mercoledì 27 febbraio 2019

Recensione "La ragazza che voleva salvare i libri" di Klaus Hagerup

Titolo: "La ragazza che voleva salvare i libri"
Autore: Klaus Hagerup 
Illustrato da Lisa Aisato
Casa editrice: Rizzoli
Pagine: 64
Prezzo: 18,00
TRAMA  
Anna adorava i libri. Leggeva tutto il giorno. Leggeva la mattina prima di alzarsi. Leggeva la sera prima di andare a letto. Leggeva la sera dopo essere andata a letto. Quando la mamma o il papà entravano nella sua camera, faceva finta di dormire. Ma non dormiva. Leggeva sotto il piumino. Attraverso i libri si faceva centinaia di nuovi amici. E qualche nemico. Ma, si sa, così è la vita. 
 
RECENSIONE
Anna è una bambina di 9 anni che ha paura di crescere perché non sa cosa potrebbe accaderle. 
L'unica medicina a questo pensiero sono i libri, parte essenziale della sua vita. Nei libri ogni giorno incontra nuovi amici e nemici che sa essere immortali finché un giorno scopre che forse non è proprio così.
Anna dopo questa notizia con l'aiuto della sua amica bibliotecaria cercherà di salvare i libri che sono stati dimenticati dalle persone e in uno di questi, un libro molto particolare perché senza finale, troverà forse la chiave per sconfiggere la sua paura.
 
Accade a volte che i libri siano la cura ai nostri problemi, storie che arrivano al momento giusto che sembrano nate proprio per noi, per aiutarci a guardarci dentro e trovare la soluzione a un problema che ci affligge. 
Il problema della piccola protagonista è un problema che conosco bene perché anch'io ogni tanto ho paura dell'ignoto e invece di pensare positivamente entro in un tunnel buio fatto solo di possibili eventi negativi quando invece basterebbe solo aspettare di vedere cosa succederà perché alla fine di quel tunnel buio ad attenderci magari c'è un arcobaleno e non altro buio.
Una storia breve ma piena di significato e di illustrazioni espressive di cui ho amato la tecnica.
#prodottofornitodaRizzoli
 
 

L'AUTORE
Klaus Hagerup è uno dei più celebri autori norvegesi. Nei suoi scritti mescola fantasia e realtà, giocando sempre sul filo dell'ironia.

martedì 12 febbraio 2019

"Oltre il bosco" & "La ragazza che voleva salvare i libri"


Buonasera lettori,
è un'eternità che non scrivo sul blog ma lavorando (e ringrazio per aver finalmente trovato un lavoro e che per giunta mi piace) il tempo per scrivere è diminuito ma non la voglia di preparare dolci e leggere - anche se ultimamente non riesco a trovare una lettura che mi appassioni -.  Giorni fa ho anche approfittato della promozione di Feltrinelli ricevendo così la coperta di Romeo e Giulietta che trovo bellissima.
Continuando a parlare di libri oggi ne sono usciti due molto interessanti tanto che avendo oggi la giornata libera ho deciso di ricominciare a scrivere proprio per parlarne con voi.
Entrambi sono pubblicati da Rizzoli, una CE che non smette mai di viziarci con cover e storie superlative.

Copertina di: Oltre il bosco 

Titolo: "Oltre il bosco"
Autrice: Melissa Albert
Casa editrice: Rizzoli
Pagine: 336
Prezzo: 17,00
TRAMA
Alice non ha mai avuto una casa. Da sempre, lei e la madre Ella sono perennemente in fuga, perennemente in cerca di qualcuno che le ospiti per sfuggire alla sfortuna nera che le perseguita. Sullo sfondo la figura affascinante della nonna, Althea Proserpine, che Alice non ha mai conosciuto e che Ella non vuole nemmeno nominare: misteriosa e seducente autrice di una raccolta di racconti neri fuori catalogo ma ricercatissimi dai collezionisti, vive da anni reclusa ad Hazel Wood, una villa celata in mezzo a un bosco ignoto, sfuggendo alla curiosità dei fan.Quando Ella viene rapita, ad Alice non resta che andare alla disperata ricerca di dove sia Hazel Wood.

Mi ricorda sia "Una serie di sfortunati eventi" per la sfortuna nera che "Inkheart" per il personaggio della nonna. Sono molto curiosa di leggerlo.

 Copertina di: La ragazza che voleva salvare i libri 
Titolo: "La ragazza che voleva salvare i libri"
Autore: Klaus Hagerup 
Illustrato da Lisa Aisato
Casa editrice: Rizzoli
Pagine: 64
Prezzo: 16,00
TRAMA  
Anna adorava i libri. Leggeva tutto il giorno. Leggeva la mattina prima di alzarsi. Leggeva la sera prima di andare a letto. Leggeva la sera dopo essere andata a letto. Quando la mamma o il papà entravano nella sua camera, faceva finta di dormire. Ma non dormiva. Leggeva sotto il piumino. Attraverso i libri si faceva centinaia di nuovi amici. E qualche nemico. Ma, si sa, così è la vita. 

Stupenda la cover e la protagonista Anna che, diciamocelo, rappresenta proprio noi lettori.

Li leggerete? Li avete già comprati? Li conoscevate?