lunedì 5 settembre 2016

Recensione "La distanza tra me e te" di Lucrezia Scali


Titolo: "La distanza tra me e te"
Autrice: Lucrezia Scali
Casa editrice: Newton Compton
Pagine: 288
Prezzo: 9,90 - ebook: 2,99
Clicca qui per acquistare La distanza tra me e te
TRAMA
Isabel abita a Roma: poco socievole, precisa, abitudinaria, programma la sua vita nel dettaglio. Non sopporta le sorprese, non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento e considera l’imprevisto un vero nemico. Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino, dove gestisce l’officina del padre. Ama la compagnia degli altri, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da una comune passione: i cani. Entrambi ne hanno uno, a cui sono legatissimi. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara, che Isabel e Andreas s’incontrano. O per meglio dire, si scontrano, perché l’impatto non è dei migliori. Quasi per gioco, i due prendono a scriversi su Facebook. Brevi messaggi conditi da ironia e frecciatine. Sarebbe tutto perfetto, se Isabel non fosse sposata e Andreas fidanzato...

RECENSIONE 
Mi sono ricreduta sulla cover dopo aver concluso la storia non tanto sullo sfondo ma sui ragazzi perché si avvicinano a Isabel e Andreas e anche per la scelta di metterli in questa posa in modo da essere vicini ma come trattenuti.
La distanza è rappresentata dalle vite diversissime dei due protagonisti ma anche dalla distanza vera e propria perché Isabel abita a Roma e Andreas a Torino. Isabel ha 29 anni, vive una vita privilegiata grazie al marito per cui può dedicarsi alle sue passioni, è vegetariana e la sua vita dev'essere scandita da programmi precisi; Andreas ha 30 anni, vive in un buco, è alla sua prima convivenza e cerca di mandare avanti l'officina del padre. E' aperto, si gode la vita ed è carnivoro. L'unico punto che hanno in comune è l'amore per i cani, perché entrambi sono proprietari di un Australian Shepherd e sarà proprio grazie a Ulisse, il cane di Andreas, che i due si incontreranno e con Facebook poi si conosceranno meglio.
I capitoli sono alternati dalle voci di Isabel e Andreas o dai loro messaggi su Facebook che via via si fanno sempre più numerosi e i capitoli sono impreziositi all'inizio da una frase, una sorta di biglietto nel biscotto o nel Bacio Perugina su cui soffermarsi.
Ho ritrovato lo stile dell'autrice, il suo amore per i cani, perché anche qui hanno un ruolo positivo e regalano momenti dolci e buffi, le descrizioni spesso minuziose e poetiche e la presenza della famiglia che in questo caso è forte nelle parole di Andreas verso il padre e la madre che chiama la sola donna della sua vita.
Una storia romantica con momenti intensi ma non volgari, divertente e dallo stile molto più ironico rispetto al primo libro dell'autrice.
Isabel per alcuni aspetti mi somiglia: non ama i cambiamenti e gli eventi improvvisi, ha paura di lasciarsi andare perché l'ignoto non si può controllare e per questi lati che non amo neanche nel mio carattere ho preferito il personaggio di Andreas, perché è come vorrei essere, una persona dal motto la vita è una e non si può sprecare, mi butto e vada come vada.
I capitoli composti dai loro messaggi li ho adorati perché all'inizio si punzecchiano, non si sopportano ma poi cominciano a darsi consigli e a diventare più profondi.
Il finale, che mi ha spiazzata, lascia la porta aperta a un possibile seguito.
Se la vita ti dà il dono di incontrare sul cammino una persona speciale, quella che sembra creata proprio per te ma il posto ahimè è già occupato, la lasci andare per rimanere nella certezza o la trattieni e ti butti godendoti ogni singolo momento perfetto che ti potrà far sentire vivo anche se non sai se durerà per sempre?


Per questo libro mi è venuta in mente come colonna sonora La differenza tra me e te di Tiziano Ferro :) 


L'AUTRICE 
È nata a Moncalieri nel 1986 e qualche anno più tardi si è trasferita a Torino. Il suo amore per gli animali l’ha guidata fino alla facoltà di Medicina Veterinaria di Grugliasco, dove studia ancora. Dal 2012 gestisce un blog, Il libro che pulsa. Te lo dico sottovoce, suo romanzo d’esordio inizialmente autopubblicato, rimasto nella classifica dei libri digitali per oltre tre mesi, è stato pubblicato dalla Newton Compton con un notevole successo e sarà presto tradotto in Germania. La Newton Compton ha pubblicato anche Come ci frega l’amore, in versione ebook, e La distanza tra me e te

 

5 commenti:

  1. non ho ancora letto nulla di Lucrezia, ma mi sono ripromessa di farlo!!

    RispondiElimina
  2. E' un libro carino che però non mi ha del tutto entusiasmata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono rimasta a bocca aperta dal finale. Spero che l'autrice decida di scrivere il seguito :)
      Cosa non ti ha convinto del tutto?

      Elimina
    2. Partiamo dal presupposto che a me i triangoli amorosi non piacciono mai, quando poi si mette la protagonista indecisa è ancora peggio. Questo è partito molto bene però poi mi è parso un pò noioso e quindi gli ho dato tre stelline

      Elimina
    3. Capito ;) Grazie Susy per avermi risposto <3

      Elimina