venerdì 13 marzo 2015

"Alcuni dei libri in arrivo"




Quanti libri stanno per arrivare, ma non tutti hanno avuto la mia completa attenzione. 
Ecco quelli che vorrei assolutamente leggere <3

 
Titolo: "Le ore invisibili"
Autore: David Mitchell
Casa editrice: Frassinelli
Pagine: 608
Prezzo: 19.50
In arrivo: 24 marzo
TRAMA
Holly Sykes sembra una ragazza qualunque, ma ha un dono straordinario, quello della prescienza. Per questo è l’oggetto del desiderio (di amore e di morte, rispettivamente) di due immortali – e dei loro eserciti – che si combattono da sempre tra questo mondo e altre dimensioni. Spesso protetta dall’immortale buono Marin, Holly affronterà l’adolescenza sregolata e thatcheriana degli anni Ottanta, la storia d’amore totale con l’uomo sbagliato, il matrimonio con il reporter di guerra che non può fare a meno dei campi di battaglia in Iraq, il successo editoriale  grazie a un memoir “paranormale”, e infine la desolazione di una Terra semidistrutta dall’insensatezza degli uomini. Fino all’ultimo respiro Holly saprà trovare la forza di sopravvivere e salvare chi ama, muovendosi sempre in quel precario, misterioso, fuggevole e struggente equilibrio tra volontà e caos, tra devozione e disperazione, tra amore e distruzione, che è la vita umana.
 
Una commedia dall'atmosfera inconfondibile dove si ride fino alle lacrime con una punta di malinconia. 

Titolo: "Quasi arzilli"
Autrice: Simona Morani
Casa editrice: Giunti
Pagine: 176
Prezzo: 12.00
In arrivo: 18 marzo
TRAMA
Nello storico bar La Rambla, nel cuore dell'Appennino Reggiano, la mano di briscola è più triste del solito. Nemmeno i caffè alla sambuca di Elvis riescono a tirare su il morale. Ermenegildo, infatti, non ha lasciato solo una sedia libera, ma anche un grande vuoto nel cuore dei suoi amici e uno spettro con cui fare i conti: dopo la vecchiaia c'è la morte. E dopo la morte? Ognuno cerca di reagire a modo suo: Ettore non riesce a dormire e tutte le mattine, puntuale come un orologio, si presenta nello studio del dottor Minelli. Gino, detto "Apecar" per via dello sgangherato mezzo con cui circola, non vuole abbandonare la guida nonostante non ci veda più e sia un autentico pericolo pubblico. Basilio, ex comandante della 26° Brigata Garibaldi, si scaglia contro il ''nemico'', un ragazzo bosniaco che ha preso in gestione il negozio di frutta e verdura appartenuto al compianto Ermenegildo. Nel frattempo però, sulla scombinata combriccola incombe un'ulteriore minaccia. Corrado, il nuovo agente della polizia municipale, sembra avere un'unica missione: spedire tutto il gruppo alla Villa dei Cipressi, la nuova casa di riposo che sta per essere inaugurata nel paesino...
Un'Italia in via di estinzione, ma tanto cara, vivace ed emozionante da non volerla abbandonare mai.




Due donne e il mistero di una casa sul fiume. Due destini che si intrecciano tra il dolore della storia e il riscatto del presente.

Titolo: "Mi ricordo"
Autrice: Paola Capriolo
Casa editrice: Giunti
Pagine: 272
Prezzo: 16.00
In arrivo: 25 marzo
TRAMA
Adela e Sonja: due figure di donna e due destini che non si potrebbero immaginare più diversi. La prima, negli anni trenta, conduce un’agiata esistenza accanto ai genitori nella loro villa in riva al fiume, intrecciando con un insigne poeta un ingenuo e appassionato carteggio sull’arte, la musica, la bellezza; la seconda, ai giorni nostri, lavora nella stessa casa come badante al servizio di un vecchio signore dispotico. Ma non è stato un caso a condurla lì, perché, come scopriremo a poco a poco, un vincolo profondo lega queste due vicende che scorrono parallele nelle pagine del libro. Mentre si prende cura del padrone accompagnandone la regressione verso l’infanzia, Sonja compie un lungo, tormentoso “scavo archeologico” alla ricerca del proprio passato familiare; intanto, le lettere di Adela al poeta ci svelano il lento precipitare della sua vita dalla normalità all’incubo: le persecuzioni razziali, la deportazione in un campo di sterminio, la “salvezza” pagata con i servigi prestati in un’altra casa, dalle imposte perennemente chiuse, che gli aguzzini definiscono con atroce ironia “la casa della gioia”, l’impossibile ritorno, dopo quella degradazione estrema, alla normalità di una vita borghese. Se esiste una speranza di riscatto, è affidata alla memoria e alla compassione di chi viene dopo; o forse a quella misteriosa frase di Dostoevskij, “la bellezza salverà il mondo”, di cui Sonja intuirà solo alla fine un significato possibile. 


«Christoph Marzi è un autore magnifico
E questo è il suo romanzo migliore»
BILD AM SONNTAG

Titolo: "Tutto cominciò con Tiffany"
Autore: Cristoph Marzi
Casa editrice: tre60
Pagine: 320
Prezzo: 9.90
In arrivo: 2 aprile
TRAMA
Certe storie sono come melodie.
Come si può dimenticare una frase simile? Di certo non ci riesce Faye, giovane commessa in una libreria nel cuore di Brooklyn, dopo che l’affascinante Alex l’ha pronunciata mentre acquistava una copia di Colazione da Tiffany.
Alex è uscito dal negozio con il libro sottobraccio, ma ha dimenticato sul bancone un taccuino di disegni. È un caso? Forse. Ed è un altro caso che il nickname di Faye su Facebook sia proprio Holly, il nome della protagonista del romanzo di Truman Capote?
Quell’incontro prelude a qualcosa di speciale, Faye ne è convinta. Qualcosa che la condurrà molto lontano.
Per questo deve ritrovare Alex, a qualunque costo.
Grazie al nome scritto sul taccuino, Faye lo rintraccia e iniziano a scriversi su Facebook. Finché Faye non si accorge che qualcosa non torna in ciò che Alex le ha raccontato. Non quadrano alcune date e nemmeno i tempi… 

Mi incuriosisce la trama del primo, perché mi sembra molto particolare. Non ho letto Cloud Atlas per cui sarebbe il primo libro di questo autore e non so se il suo stile potrebbe piacermi... vedremo ;)
Quasi arzilli mi sembra una storia molto divertente e se il libro rispecchia l'autrice se ne leggerà delle belle; Mi ricordo mi ha colpito per il fatto che parla di passato e presente e di un legame da scoprire tra le due donne e infine Tutto cominciò con Tiffany mi ispira perché sembra un giallo e adoro questo genere.

Fatemi sapere le vostre opinioni :)


14 commenti:

  1. "Mi Ricordo" sembra interessante! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Ci sono tanti elementi che lo rendono interessante :)

      Elimina
  2. Mi incuriosisce Mi ricordo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nolwenn speriamo che sia bello come sembra :D

      Elimina
  3. Io ho richiesto "Quasi arzilli" alla Giunti, mi sembra troppo carino ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Anch'io e poi ho chiesto il libro non fiction. Se potevo chiedevo anche "Mi ricordo" hihi :p

      Elimina
    3. *Se avessi potuto, avrei richiesto anche "Mi ricordo"

      Elimina
  4. L'ultimo sembra carinissimo ♥ e quasi arzilli anche :3

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Hihi, beata te :) La mia invece si allunga :p

      Elimina
  6. gli ultimi due sono quelli che attirano anche me!! :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) piacciono anche a te i gialli allora :D

      Elimina