martedì 29 luglio 2014

Recensione "Stanotte il cielo ci appartiene" di Adriana Popescu

  
In te c'è molto più di quanto credi, fai di ogni momento il tuo momento preferito!

Titolo: "Stanotte il cielo ci appartiene"
Autore: Adriana Popescu
Casa editrice: Giunti
Pagine: 320
Prezzo: 9.90
TRAMA
Layla ha un grande sogno: catturare con la macchina fotografica immagini uniche in giro per il mondo. Per il momento, però, si deve accontentare di fare la fotografa di eventi. La sua storia di cinque anni con Oliver e la loro tranquilla routine in un appartamento nel centro di Stoccarda non le consentono molto di più. Una sera, però, in una discoteca dove viene chiamata per lavoro, la reflex di Layla si posa su un ragazzo che, con gli occhi chiusi e completamente isolato dalla ressa che lo circonda, balla al ritmo di una musica tutta sua, perso nei propri pensieri. Layla è ipnotizzata da questa visione e gli scatta una foto proprio nell’attimo prima che una gomitata accidentale lo colpisca in pieno volto. È così che Layla e Tristan si conoscono. Ma da quel giorno non possono fare a meno di rivedersi: un giro in moto per la città, un pic-nic lungo il fiume, una serata a guardare le stelle cadenti. Da semplici amici, certo! O almeno, è quello che si racconta Layla. Ma qual è il confine tra amicizia e attrazione? E quanto coraggio ci vuole per buttare all’aria la propria vita?

RECENSIONE
Foto di sguardi innamorati di fronte a un tramonto rosso come la passione, bambini che giocano sorridenti, anziani che ricordano i bei tempi con un luccichio negli occhi e poi un'ultima foto  dove tutto è colorato, tranne un piccolo angolo in bianco e nero dove si trova una giovane ragazza con gli occhi chiusi, intenta a immaginare cosa potrebbe aspettarla oltre l'orizzonte.
Questa giovane ragazza si chiama Layla e il suo sogno sarebbe girare il mondo per fotografare le emozioni e le vite sul volto delle persone, ma anche catturare l'attimo che fa risaltare un particolare monumento o scenario, ma questo sogno per ora è rimasto chiuso in un cassetto e i suoi capolavori fotografici intrappolati in un cartella, accanto al cestino del desktop del pc.
Tutti le dicono che è un'artista in grado di catturare l'attimo perfetto, ma non la persona più importante per lei.
A farla uscire da questa situazione immobile ci penserà un ragazzo dagli occhi verdi sorridenti, che nascondono però un velo di malinconia, un tipo che non corrisponde ai canoni estetici ideali di Layla, essendo stata sempre affascinata dall' uomo biondo, con gli occhi azzurri - il classico principe azzurro all'esterno- come il suo Oliver, ma che riuscirà a farla tornare a credere in se stessa,  a farle dare un nuovo sguardo alle cose che sembravano andar bene così.
E' un libro romantico, emozionante, divertente, ma anche profondo, raccontato in prima persona da Layla, un personaggio che l'autrice ha centrato in pieno, come tutto il resto, di cui ho adorato i momenti in cui impugnava la sua macchina e raccontava ciò che vedeva, perché ero capace di visualizzarlo e di provare la sua gioia e la sua passione; come ho amato i momenti in cui Tristan e Layla si incontravano, momenti dalle atmosfere magiche che sono diventati i miei momenti preferiti.
Tristan credo che potrebbe essere il tipo di ragazzo ricercato da ogni donna, o almeno lo è sicuramente per me, non solo per il suo aspetto, ma anche per la capacità di rendere speciale ogni singolo momento, di tirar fuori la vera essenza dagli altri e di essere capace di lasciare gli spazi e la libertà alla persona che ama.
Mi è piaciuto ogni momento di questo libro, ogni luogo e artista, che ho scoperto essere reale, ogni frase, canzone e scatto e mi è piaciuto il suo messaggio: non bisogna accontentarsi, perché si rischia di non essere felici e che la vita è troppo breve per dare ascolto a chi non crede in noi.
Come colonna sonora ho scelto "Lieblingsmoment" di Thomas Pegram, una delle canzoni presenti nel libro che accompagnano alcuni dei momenti più intensi della storia.




L'AUTRICE
Adriana Popescu è nata a Monaco nel 1980. È stata sceneggiatrice televisiva, collaboratrice per diverse testate giornalistiche e blog. La sua avventura è cominciata nel 2012 con il grande successo ottenuto dal suo primo libro autopubblicato in rete, a cui è seguito Stanotte il cielo ci appartiene che l’editore Piper ha deciso di pubblicare in cartaceo.

4 commenti:

  1. non vedo l'ora di leggerlo!!!

    RispondiElimina
  2. :) io l'ho praticamente divorato appena mi è arrivato :)

    RispondiElimina
  3. E' arrivato anche a me e dopo aver letto la tua recensione si aggiunge a tutti quelli che mi voglio portare in vacanza.. che disastro XD

    RispondiElimina
  4. Monica ahahaahha chiedo umilmente scusa alla tua valigia allora :P fai buon viaggio <3

    RispondiElimina