venerdì 20 dicembre 2013

Recensione "Terrified" di Kevin O'Brien


Titolo: "Terrified"
Autore: Kevin O' Brien
Casa editrice: Miraviglia editore
Pagine: 508
Prezzo: 18.00

TRAMA
Chicago. Lisa Swann è morta, o almeno questo è ciò che fa credere a tutti. è, infatti, scomparsa per scappare da suo marito Glenn, medico ricco e affermato, che abusa di lei. Quando alcune
parti del corpo smembrato di una donna vengono trovate vicino a casa loro, Glenn viene accusato dell’omicidio della moglie e condannato all’ergastolo. E Lisa, scappata a Seattle e spaventata per la sicurezza del figlio che porta in grembo, non si fa avanti per dire la verità. Passano gli anni e la donna, che ora si fa chiamare Megan Keeslar,si costruisce una nuova vita insieme al figlio Josh, non dicendo niente al ragazzo del suo passato e cercando sempre di stare attenta a non essere scoperta. Megan non capisce però che qualcuno la sta osservando dal primo istante in cui è arrivata a Seattle, invadendo il suo spazio, rubandole oggetti e biancheria intima e portando avanti una serie di raccapriccianti omicidi. Gli eventi precipitano quando scopre che Glenn è stato rilasciato; arrivano e-mail e telefonate minacciose e succede l’impensabile:
un uomo mascherato irrompe in casa e rapisce Josh. è suo marito il killer senza scrupoli che sta distruggendo il suo nuovo mondo o la verità è ancora più terribile?

RECENSIONE
Il titolo rende proprio l'idea del romanzo che ci si appresta a leggere, un thriller che turba la mente, che raggela, che fa venire i brividi per i pensieri agghiaccianti dell'uomo che perseguiterà per tutto il tempo la protagonista.
Mi ha catturato fin dall'inizio, perché l'autore ci presenta delle situazioni ad alta tensione, che riescono a far presa sullo stato d'animo, creando angoscia, empatia, terrore, rabbia, orrore e compassione; penetra nelle nostre paure, come può essere il rapimento di un figlio, infatti consiglio a chi volesse leggerlo di tenersi pronto a vivere alcune scene che provocano una folle paura di perdere il proprio bambino, paura che è insita in ogni genitore.
Oltre a questo tema, si parla di violenza domestica e di brutali omicidi, che per fortuna non vengono descritti nei minimi particolari.
Terrified ci racconta la triste storia di Lisa, sfortunata in amore, costretta a cambiare identità per sfuggire a un marito violento e che dovrà allontanarsi da tutti, cominciando a condurre una nuova vita, dove non potrà fidarsi di nessuno, fatta solo di conoscenti, dubitando della gentilezza di qualsiasi uomo che si affaccerà nella sua vita, con la paura costante di essere riconosciuta -una sopravvivenza, più che una vita- ma che per Josh, frutto di quell'amore malato, ne varrà la pena.
In più, come se Lisa non avesse e stesse soffrendo abbastanza, ci sarà un uomo, rimasto sempre nell'ombra ad osservarla, che tenterà di averla solo per sé.
Un thriller di alto livello, costruito in maniera eccellente, in grado di toccare e raccontare le parti più orrende della natura umana, ma allo stesso tempo farci conoscere l'amore infinito di una madre.

L'AUTORE
 
Kevin O'Brien vive a Seattle, dove attualmente sta lavorando al suo prossimo thriller.

(Come ho potuto notare nell'anteprima del post ci sono degli spazi nella recensione e non solo non voluti da me, ma creati da Blogger. Mi scuso per questo problema, ma purtroppo non so come risolverlo). 

2 commenti: