giovedì 4 luglio 2013

Nasce "Sulle tracce del libro"- una nuova fantastica iniziativa di Rizzoli

La casa editrice Rizzoli con questa nuova iniziativa si dimostra veramente al passo con i tempi.



Da pochi giorni sul social network "Foursquare", dedicato al racconto e alla scoperta di nuovi luoghi, è nato "Sulle tracce del libro".





"Sulle tracce del libro" permette a noi lettori di visualizzare i luoghi in cui il romanzo è ambientato, il percorso dei protagonisti e scoprire città, piazze e monumenti in cui si svolgono le vicende narrate. Il tutto raccolto e curato dall'editore, arricchito con indizi e curiosità inedite su trama e personaggi. 

«Rizzoli inaugura un nuovo modo di raccontare i libri mettendoli in relazione con i luoghi. L’idea è di poter vedere i luoghi e ritrovare le immagini che accompagnano, con l’immaginazione, la lettura del libro. E con questa iniziativa di Rizzoli su Foursquare è possibile», spiega Sebastiano Caccialanza, Responsabile Marketing Rizzoli. 



Si comincia con “La ragazza che toccava il cielo”, romanzo di Luca Di Fulvio: una fuga da Roma a Venezia ambientata nei primi anni del '500, anni in cui nella città lagunare apre il primo ghetto europeo. Si potrà scoprire cosa accade nel libro tra il Canal Grande e il Ponte di Rialto, e assistere alle vicende dei protagonisti davanti all'Arsenale. 
Potremo salvare il percorso dedicato al romanzo tra i preferiti, seguire un check-in dopo i personaggi oppure imbatterci per caso nei luoghi del libro, mentre passeggiamo tra le meraviglie di due tra le più belle città del mondo. 

Durante l'estate potremo esplorare la misteriosa e affascinante Torino della Zara di Enrico Pandiani-"La donna di troppo"; ripercorrere i passi sensuali della trilogia erotica di Irene Cao (“Io ti guardo”, “Io ti sento”, “Io ti voglio”) e conoscere i segreti dell‟anima più oscura di Milano raccontati da Daniela Piazza ne "Il tempio della luce".

Penso che sia un'iniziativa davvero interessante, per entrare appieno nella storia di un romanzo, perché permette di scoprire i luoghi che riuscivamo soltanto ad immaginarci leggendo il libro.  
Siete entusiasti come me?Allora cominciate subito il viaggio, cliccando QUI.

2 commenti:

  1. bella iniziativa, alcuno autori (monori per lo più) già lo facevano, ma coprire i luoghi di un libro gli da quel di più di realtà che mi piace!

    RispondiElimina