domenica 17 marzo 2013

"In my mailbox" (25)

Buon pomeriggio :)
Ritorna la rubrica che è stata creata da Kristi del blog The Story Siren, in cui vi presento i libri che mi sono arrivati questa settimana.


Ho ricevuto:
dalla casa editrice Limited Edition Books, che ringrazio


Titolo: "Albion"
Autrice: Bianca Marconero
Casa editrice: Limited Edition Books
Pagine: 400
Prezzo: 14.90
In arrivo: 8 Marzo
TRAMA
Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore – morto in circostanze misteriose –, nel giorno del funerale dell’amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all’Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia.
Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell’amicizia e capirà che l’amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio.
Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell’eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all’epilogo, tra le mura di un’antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui. Il destino di un re il cui nome è leggenda.

Dalla casa editrice Mondadori, che ringrazio


Titolo: "La voce di Carly"
Autori: Arthur e Carly Fleischmann
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 416
Prezzo: 17.50
TRAMA
"Sono una bambina autistica ma l'autismo non definisce chi sono o come vivrò la mia vita. Ho incontrato tante difficoltà ma lentamente e con determinazione sto superando tutti gli ostacoli che mi trovo di fronte. Tanti sono i giorni in cui penso che forse sarebbe più facile mollare che continuare a combattere. Ma se mi arrendessi, se smettessi di lottare, che cosa resterebbe di me? Se potessi dire alla gente una sola cosa sull'autismo sarebbe che non voglio essere fatta così però lo sono. Perciò non vi arrabbiate, siate comprensivi. Credo che alle persone non piacciano le cose che non sono come loro o che sembrano buffe. Ma non siamo tutti uguali e perché dovremmo volerlo?"
I medici danno poche speranze alla piccola Carly: all'età di due anni è affetta da una forma molto grave di autismo e non sarà mai in grado di parlare. La sua intelligenza non supererà mai quella di un bambino piccolo.
La famiglia non si dà per vinta e la fa seguire dai migliori terapisti eppure la bimba non sembra migliorare. Poi, un giorno, avviene il miracolo, Carly si siede davanti alla tastiera di un computer e scrive: "Aiuto, male ai denti"... Da quel momento la sua vita e quella di tutte le persone attorno a lei cambia completamente.
Carly inizia a "parlare" e non smette più, dando così voce a quel mondo inaccessibile che è chiuso dentro ogni bambino autistico.


Titolo: "Dormivo con i guanti di pelle"
Autore: Daniele Cobianchi
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 210
Prezzo: 11.00
TRAMA
William Orsini suona il piano. Sta per pubblicare un disco. Ma la sua vita cambia drammaticamente, e si ritrova a dover indossare dei guanti di pelle. Sì, proprio dei guanti di pelle nera, come quelli di uno scassinatore.
Ogni istante, giorno e notte, estate e inverno.
Si guarda le mani, le ruota, ma non può fare nulla, se non rassegnarsi a quel destino. I guanti diventano la barriera che lo separa dal mondo, dalla sua normalità, e la sua vita si fa sempre meno palpabile. Ciò che ha inseguito da sempre, ora è ciò da cui deve scappare.
Se stesso contro se stesso, mentre il mondo lo sfiora appena e rimane immobile. William Orsini è in stallo, ma cerca di ripartire. Sceglie un lavoro creativo così da sembrare un eccentrico. Si veste con abiti larghi e scarpe col velcro, fingendo di seguire strane mode americane. E ama senza mai darsi fino in fondo, come un vecchio e vizioso playboy. Naike, giornalista di una rivista di musica rock, prova a farlo rialzare, ma le ferite del suo passato, in questo sforzo immenso, riaffiorano acute come non mai, ed entrambi scivolano sempre più nei propri buchi neri.
Ma è l'amore, nella sua forma più pura e trasversale, a occuparsi di loro, a riaccenderli e a farli tornare a galla. È la vita che toglie, ed è la vita che dà. E anche stavolta va così.

Vi piacciono? Quale vi ispira? 
"Albion" sono sicura che mi farà volare con la fantasia; "La voce di Carly" mi farà conoscere il mondo attraverso gli occhi speciali di una persona affetta da autismo e "Dormivo con i guanti di pelle" penso che sarà una storia molto intensa.
Vi farò sapere al più presto il mio pensiero :)


3 commenti:

  1. Mi interessa soprattutto il secondo. Dev'essere un libro molto delicato :)

    RispondiElimina
  2. Sono molto contento Francesca che mi stai leggendo.
    Fammi sapere cosa ne pensi.

    Ciao
    Daniele Cobianchi

    RispondiElimina
  3. Che piacere trovare anche un suo messaggio Daniele :)
    cercherò di farle sapere la mia opinione il prima possibile :)

    RispondiElimina