domenica 24 febbraio 2013

Recensione "Daniel X-missione: pericolo" di James Patterson e Ned Rust


Titolo: "Daniel X-missione: pericolo"
Autori: James Patterson e Ned Rust
Casa editrice: Nord
Pagine: 240
Prezzo: 15.90
TRAMA
Dopo aver assistito impotente all’assassinio dei genitori, Daniel X ha deciso di continuare la loro missione, dando la caccia a tutti i fuorilegge inclusi nella Lista, l’elenco dei criminali alieni che si nascondono sulla Terra… 

Daniel è sulle tracce del Numero 5, un produttore televisivo che ha ideato un nuovo reality show. Il format prevede la partecipazione di tutti gli abitanti di una città, che verranno ripresi mentre… saranno sterminati a uno a uno. E il Numero 5 ha anche già trovato il set adatto per girare l’episodio pilota: Holliswood, un incantevole paesino nel cuore degli Stati Uniti. Daniel deve assolutamente fermare quella follia ma, quando finalmente riesce a introdursi negli studi televisivi, si rende conto di essere finito in trappola: ogni programma che si rispetti ha bisogno di una star, e il Numero 5 attendeva solo lui per iniziare lo show. Daniel dovrà quindi dar prova di tutto il suo coraggio e sfruttare al meglio i suoi poteri - la capacità di creare oggetti con la forza del pensiero e di spostarsi alla velocità della luce, nonché una forza eccezionale -, se non vorrà essere eliminato in diretta mondiale. 

RECENSIONE
Quando ho letto la trama mi ero fatta un'idea completamente diversa di questo libro, perché credevo di trovarmi di fronte una sorta di reality-show, dove i concorrenti dovevano superare delle prove e nel caso  le avessero fallite sarebbero stati eliminati in diretta dagli alieni e ho aspettato fin quasi a metà che questa  idea si realizzasse, ma così non è stato.
Il libro, in realtà, mi ricorda molto il genere splatter, perché contiene molte scene in cui alieni vengono sfracellati, umani liquefatti ingurgitati da questi extraterrestri e scene abbastanza disgustose.
Il protagonista Daniel dovrà salvare la piccola cittadina di Holliswood dall'alieno Numero 5, un essere con la testa a forma di pesce e dai suoi scagnozzi, e nella sua missione verrà aiutato dai suoi amici e dai suoi genitori, frutto della sua immaginazione, uno dei suoi tanti poteri.
Il libro, raccontato in prima persona da Daniel e composto da due parti, è un susseguirsi di azione e appostamenti, lasciando poco spazio per i sentimenti o almeno, quest'ultimi non riescono a raggiungere il lettore.
I due autori credo che abbiano voluto anche inserire una sorta di morale: continuare a pensare con la nostra mente, facendo attenzione a non abusare della tecnologia, perché gli umani in questa storia diventano dei burattini nei tentacoli degli alieni a causa della presenza eccessiva di apparecchi tecnologici.
Un romanzo carino, adatto per un pubblico young adult per il modo in cui è stato scritto.
Purtroppo non credo che leggerò anche il seguito, perché la storia non è riuscita a coinvolgermi come avrei voluto.

L'AUTORE
James Patterson è “semplicemente l’autore di thriller più venduto nel mondo” (Panorama) e ha saputo conquistare ovunque un vastissimo pubblico, tanto da entrare nel Guinness dei primati. Presso Longanesi sono apparse le sue serie di maggior successo: i romanzi del detective Alex Cross e quelli delle Donne del Club Omicidi, oltre ad alcuni thriller fuori serie l’ultimo dei quali è Cartoline di morte, scritto a quattro mani con la regina del giallo svedese Liza Marklund.

Nessun commento:

Posta un commento