giovedì 17 gennaio 2013

Recensione "La bambina dai capelli di luce e vento" di Laura Bonalumi


Stella. Potrebbe essere il nome della ragazzina con i capelli di vento: le sue ciocche a punta, cariche di brillantini mi ricordano le stelle. Oppure Aria, dal movimento continuo dei suoi capelli. Luce, per la polvere luminosa che le circonda il viso.

Titolo: "La bambina dai capelli di luce e vento"
Autrice: Laura Bonalumi
Casa editrice: Fanucci
Pagine: 240
Prezzo: 13.00
TRAMA
Viola ha undici anni. Undici fotografie di fiocchi di neve, undici pesci rossi, undici coperte di pile, undici palle di vetro con la neve, undici cappelli e ventidue guanti. Vive con la sua famiglia ‘a metà’ in una grande città dove nevica spesso. Ha una sorella sedicenne, e i genitori appena separati. Non ha tanti amici Viola, a scuola si sente inadeguata, a casa trascurata. Viola però ha una passione decisamente originale: la neve. Legge libri sulla neve, conosce più di 100 modi in lingua eschimese per dire neve, poesie, enciclopedie, e non si separa mai dalla sua lente d’ingrandimento perché…
il fiocco perfetto potrebbe cadere da un momento all'altro! Pochi giorni prima di Natale, Viola trova sull'autobus un fermaglio per capelli a forma di fiocco di neve, lo prende, lo porta con sé e lo studia... ma a un certo punto si rende conto che solo lei può vederlo. Perché a tutti gli altri è invisibile? Quale mistero avvolge quel piccolo fermaglio? La risposta arriverà con la comparsa di Emily, la ragazzina dai capelli di luce e vento, che appare, svanisce e riappare lasciando dietro di sé una polvere dorata. Viola dovrà aiutarla a svegliarsi e a tornare a vivere. Ma come ci riuscirà se nessuno le crede?

RECENSIONE
Ho avuto tra le mani per un tempo brevissimo questo romanzo, perché è un libro delizioso, stupendo, che scalda il cuore e per questo non si può che concluderlo in un soffio purtroppo... purtroppo perché avrei continuato ad assaporare i pensieri, le riflessioni di Viola sulla neve molto volentieri e mi sarebbe piaciuto leggere ancora di lei e di Emily.
Mi sono innamorata subito della trama, perché come Viola amo la neve, ma anche per l'apparizione di questo fermaglio speciale e per la comparsa di Emily, una ragazzina che può essere aiutata solo dalla protagonista e questo mistero ha cominciato a farmi fare subito molte supposizioni sulla natura di Emily: sarà un fantasma o una fatina oppure un essere completamente diverso?
Iniziata la lettura mi sono subito appassionata alla vita di Viola e piano piano un sorriso è comparso sul mio volto, per la sua capacità di risaltare, di rendere speciale la neve.
Viola e la sua famiglia vivono in un momento di instabilità a causa della separazione dei genitori: in casa regna il silenzio, nessuno comunica e se succede avviene con urla o in maniera sbrigativa.
La mamma decide che la soluzione migliore è rivolgersi ad una psicologa, ma sarà questa la soluzione? 
Il libro che andiamo a leggere è alla fine il diario di Viola, dove invece della data, troviamo la sua età e tanti piccoli fiocchi di  neve disegnati in alto: è attraverso la trascrizione della sua storia su un quaderno azzurro, dove scrive con un'altra sfumatura di azzurro, che conosciamo il suo mondo, fatto di neve, di solitudine, perché da molti è considerata strana, dall'amore per la sua nonna, che vive dove nevica sempre tanto, dagli incontri con suo padre, le litigate con sua sorella e i brevi discorsi con sua madre.
Viola oltre ad amare la neve, ne fa anche un uso terapeutico, perché quando è agitata basta che ripeta la lista inuit della neve e tutto ritorna sotto controllo.
Ma l'arrivo di Emily porterà un vento di cambiamento per tutti.
L'autrice ci porta in un libro magico, poetico, adatto a tutti, dove troviamo il modo di vivere della nostra società, fatto di corse, dove nessuno ha mai tempo, insegnandoci invece attraverso le parole della nonna di Viola che solo fermandosi e con i giusti tempi si arriva al miglior risultato e con ciò non s'intende solo  l'ambito lavorativo o scolastico; e ci parla anche della neve come simbolo di silenzio, per dar voce ai propri pensieri che non riescono a farsi sentire altrimenti, ma anche come simbolo di gioia.
Ho assaporato ogni pagina, ogni parola, perché ogni singola situazione è descritta minuziosamente ed è piena di sentimento, lascia dei piccoli insegnamenti e Viola riesce a toccare il cuore, perché è una bambina profonda.
La cover mi piace in generale, anche perché  ha come sfondo fiocchi di neve dalle forme diverse.
Parlerei ore e ore di questo libro, di tutti i suoi aspetti, ma non posso privarvi della diretta lettura e conoscenza di questo romanzo: spero solo che riuscirete ad amarlo, che saprà stregarvi e che magari vi farà cambiare idea sulla neve, se proprio non riuscite a concepirla.

Vi lascio due frasi che ho voluto segnarmi, perché mi hanno colpito:
La neve fa bene. Fa bene al cuore, all'anima; nutre quel nostro senso di pace così nascosto e chiuso.

(...)con gli abeti dalle cime incappucciate da un passamontagna bianco che li protegge dal freddo.

L'AUTRICE

Laura Bonalumi è nata nel 1966 e vive in provincia di Milano. Dopo una lunga esperienza nel settore pubblicitario come creativa, in Italia e all'estero, scopre la passione per la scrittura. Ha pubblicato Fragile (Fara Editore, 2009), Gli occhi del mondo (Fara Editore, 2006) e Wild Iris (Ed. Nuovi Autori, 2002). È sposata e mamma di due bambine.







11 commenti:

  1. awwwwwwwwwww franci mi hai fatti venir voglia di leggerlo *-*

    RispondiElimina
  2. *_* bella recensione! anche a me è arrivato e lo leggerò prestissimo, è tanto tempo che non leggo libri del genere

    RispondiElimina
  3. Vale te lo consiglio assolutamente =) è un libro incantevole.

    Lucrezia grazie ^_^ spero che a lettura conclusa ti rimanga nel cuore come è successo a me :)

    RispondiElimina
  4. Mamma mia l'ho già adocchiato da un po *___* mi ispira troppo! Poi anche la tua recensione mi fa venire più voglia di averlo y___y anche io comunque adoro la neve *___*

    RispondiElimina
  5. anche io l'ho letto in poche ore... bellissimo, un libro davvero speciale!!!

    RispondiElimina
  6. E' uno dei libri che desidero di più in questo momento... spero di poterlo acquistare e leggere presto!;)

    RispondiElimina
  7. Franci, aspettavo la tua recensione... Sapevo che lo avresti letto il prima possibile ed ero certa ti sarebbe piaciuto... Come del resto, sono certa piacerà anche a me, inoltre dopo aver letto la tua recensione ne sono ancora più convinta. E devo esclusivamente ringraziare te per questa scoperta da conservare come un piccolo tesoro

    RispondiElimina
  8. vabbe ma com'è che sono l'unica che non ha questo libro? Bellissima recensione Franci, a questo punto devo leggerlo anche io!

    RispondiElimina
  9. Ale hihi appena è arrivato mi ci sono fiondata ;) spero presto di poter scovare altri libri belli come questi da consigliarti :)

    Monica,Francicat,Daydream spero che riuscirete a leggerlo presto e che piaccia immensamente anche a voi :)

    Clody mi sa che io e te abbiamo gusti molto simili :)

    RispondiElimina
  10. salve....anche io sono rimasta ammaliata da questo splendido e incantevole libro.....l'ho comprato x regalarlo ad una meravigliosa bimba....
    ps:amo la neve e poco tempo fa sono sata in montagna e ha nevicato come io non avevo mai visto in vita mia....quasi mi emozionavo...!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti capisco. Quando nevica io resto incollata alla finestra *__*

      Elimina