domenica 7 ottobre 2012

Recensione "Stryx. Il marchio della strega" di Connie Furnari


Titolo: "Stryx. Il marchio della strega"
Autrice: Connie Furnari
Casa editrice: Edizioni della Sera
Collana: Spade d'inchiostro
Pagine: 292
Prezzo: 12.00
TRAMA:
Dopo aver vissuto in Inghilterra, Sarah, una potente strega, torna a Salem decisa a ricominciare una nuova vita senza la magia. Inaspettatamente, giunge la sorella minore, Susan, strega intrigante e perversa che ha scelto di passare al lato oscuro per la sete di potere, determinata a sconvolgere l'esistenza di Sarah e degli ignari studenti del liceo di Salem. La vita scolastica si rivela fin da subito molto più dura del previsto. L'unico apparentemente interessato a conoscerla è un giovane dai grandi occhi grigioazzurro, Scott, il solo ad essere in grado di risvegliare in lei antichi sentimenti che credeva ormai essere assopiti. Ma Salem ben presto comincerà ad essere sconvolta da numerosi delitti inspiegabili, il cui unico filo conduttore sarà un marchio a forma di "S" posto sulle vittime. Le strade della cittadina diventano pericolose trappole mortali, e a Sarah non resterà altro che affrontare il suo oscuro passato per poter salvare le altre giovani streghe e se stessa.

RECENSIONE:
La cover rappresenta la protagonista: è azzeccata, perché oltre a raffigurare esattamente Sarah fisicamente, riesce anche a trasmettere lo stato d'animo in cui ella si trova.
Le storie che narrano di streghe mi hanno sempre affascinato e impaurita fin da piccola e quindi sono rimasta subito incuriosita da questo libro.
Un racconto in terza persona, ambientato ai giorni nostri, ma composto anche da flashback di Sara che ci permettono di conoscere il suo passato e quello di sua sorella Susan, per comprendere il loro presente.
I personaggi principali all'inizio mi hanno fatto pensare a Ian, Damon ed Elena, per il fatto che Sarah sembra essersi lasciata alle spalle il suo lato oscuro per condurre una nuova vita "normale", stando alle regole civili e morali, mentre Susan è il suo opposto, sexy, provocante e trasgressiva. Elena che associo al personaggio di Scott invece per un altro aspetto, ma lo scoprirete da soli perché non voglio fare spoiler... questo dicevo all'inizio, ma poi la storia si è rivelata completamente diversa.
Un romanzo urban fantasy, romantico e a tratti per spezzare la tensione, anche divertente: uno dei pochi libri che è riuscito quasi a strapparmi una risata, evento difficile con i libri, dove al massimo possono causarmi un sorriso, ma una risata no e per questo devo ringraziare l'autrice.
I personaggi che ho amato di più sono stati sicuramente Sarah e Susan: le loro caratterizzazioni e i loro continui battibecchi, e ho apprezzato l'idea dei flashback perché il lettore in questo modo inserisce pian piano tutti i tasselli nel puzzle.
Un romanzo colmo di colpi di scena, azione e certamente magia.
Vi consiglio di leggerlo, anche perché si avvicina Halloween e questa storia di streghe contemporanee è propria adatta :)

L'AUTRICE:
Connie Furnari è nata a Catania il 6 Dicembre 1976. Laureata in Lettere, ha vinto numerosi premi con le sue poesie e ha pubblicato racconti in diverse antologie. Da sempre appassionata di scrittura e di cinema, adora leggere, disegnare fumetti e dipingere quadri. Scrive fiabe per bambini, fantasy, urban fantasy e paranormal romance.

E voi? Lo avete letto? Vi è piaciuto? Lo leggerete?

1 commento:

  1. E' nella mia lista delle prossime letture, spero di riuscire a leggerlo presto .
    Quando hai un minuto se vuoi, passa dal mio blog, c'è una sorpresa per te !
    http://booksofclaire.blogspot.it/2012/10/una-lieta-sorpresa-premio-dardos.html
    Ciao

    RispondiElimina