venerdì 15 giugno 2012

Recensione "Materia non vitale" di Davide Lazzarini


Titolo: "Materia non vitale"
Autore: Davide Lazzarini 
Casa editrice: Sensoinverso
Pagine: 165
Prezzo: 13.00
TRAMA:
Il Dottor Jones e il Dottor Jucker stanno facendo esperimenti sulla nanotecnologia medica applicata all’uomo. Il primo conduce parallelamente esperimenti per conto del Governo, all’insaputa dell’altro, al fine di usare la nanotecnologia per scopi bellici. Ma qualcosa va storto, qualcosa sfugge al controllo… 
Di lì a poco tutta l’umanità si accorgerà di che cosa è capace il G.O.D…

RECENSIONE:
Materia non vitale è un libro che ci ricorda il potere che può assumere la tecnologia: può aiutare a semplificarci la vita e a risolvere i problemi, ma il rischio è che se ne abuseremo, se ci spingeremo troppo in là, potrebbe anche sfuggire al nostro controllo e invece di risolvere i problemi ne potrebbe provocare.
Questo è uno dei possibili scenari che ci potrebbero attendere, un incubo che è protagonista anche in molti film.
Il titolo con la parola non che si differenzia dalle altre non è stata scritta così a caso, ma è un indizio del contenuto del libro e l'immagine che segue, rappresentante un'ape, è una delle tante forme che può assumere il G.O.D.
Questa opera prima di Davide Lazzarini è ben scritta e congegnata, senza descrizioni perditempo, avvincente, con un ritmo incalzante già dalle prime pagine e con un finale non scontato.
Alla fine del romanzo il lettore ha la possibilità di conoscere meglio l'autore attraverso la sua biografia e i suoi lavori, essendo nel tempo libero uno scultore.
Le creazioni di Davide sono realizzate con materiale di riciclo e fanno da spunto a questa storia: io le trovo originali!
L'unica critica che devo fare è la scelta della maggior parte dei nomi, che iniziano tutti con la J: il dottor Jones, il dottor Jucker, il generale Jersey, Jack e Juliet... avrei scelto nomi diversi per permettere  di focalizzare subito i diversi personaggi.
Per finire, faccio i miei complimenti all'autore, così versatile, che con questa vicenda è partito proprio con il turbo!

L'AUTORE:
Davide Lazzarini, nato a Rimini, classe 1970. Autodidatta. Si guadagna da vivere lavorando come operaio in svariate ditte, trattando con legno, ferro, materie plastiche e vernici, che gli permettono di scoprire la sua innata versatilità verso questi elementi. Proprio da queste basi inizia a sperimentare e a creare i suoi primi lavori artistici usando materiali di riciclo che daranno vita alle sue sculture. www.officinadelriciclo.it 

Nessun commento:

Posta un commento