lunedì 11 giugno 2012

Recensione "Dreamless" di Josephine Angelini


Titolo: "Dreamless"
Autrice: Jospehine Angelini
Casa editrice: Giunti Y
Pagine: 448
Prezzo: 16.50
TRAMA:
Non ci sono più sogni per Helen, ogni volta che si addormenta è costretta a raggiungere l’aldilà. È la prescelta, colei che dovrà discendere agli Inferi e superare
prove indicibili per trovare le Furie, liberarle dalla loro ira e rompere il ciclo di faide tra le Case.
In più ogni mattina, quando si risveglia ferita e provata, non trova tregua: deve allenarsi duramente per controllare i suoi poteri e, come se non bastasse, andare a
scuola. Sempre più spossata e sofferente, non ha nessuna spalla su cui piangere.
Perfino Lucas, diventato freddo e ostile, la respinge. Ma è proprio quando ogni speranza sembra perduta, durante una delle sue estenuanti discese agli Inferi, che Helen
si imbatte in Orion, un semi-dio bello come il sole, capace di far tremare la terra oltre che il suo cuore. Divisa fra l’attrazione per il nuovo pretendente e l’amore impossibile per il cugino, Helen si trova a sfidare i suoi limiti e le sue paure. È in gioco il destino dell’umanità intera.
Ancora più intrigante di Starcrossed, Dreamless è un romanzo intenso, dark, sexy e pieno di azione.

RECENSIONE:
Ho appena finito di leggere "Dreamless" (senza sogni) e posso assicurarvi che ne sono rimasta entusiasta e desiderosa di sapere come proseguirà.
Il primo capitolo "Starcrossed" era più lento, più tranquillo e meno eccitante, probabilmente perché l'autrice voleva far entrare il lettore poco alla volta nella sua storia.
Il mio problema con i libri in cui ci sono molti personaggi è che ho molta difficoltà a metterli a fuoco... quindi essendo passato molto tempo dalla lettura di Starcrossed non riuscivo più ad associare i personaggi ai loro poteri e alla loro storia e anche se ho trovato questo libro ben fatto, lasciandomi appagata, credo che lo sarei stata ancora di più se avessi avuto bene a mente tutti gli avvenimenti del capitolo precedente.
Con questo non voglio dire che sono andata alla cieca, perché con il passare delle pagine qualcosa alla mente ritornava, ma che piccole cose sono rimaste all'oscuro e penso che sarebbe stato bello se all'inizio del libro ci fosse stato un breve riassunto.
Chi si è occupato dell'aspetto vendita è un genio, perché sugli scaffali un libro del genere non passa certo inosservato, non solo per la sua mole, ma per la sua cover che è meravigliosa, perché sia la grafica, che i colori sono spettacolari: adoro l'effetto arcobaleno che ne scaturisce dal suo movimento... quindi ripeto è un genio, perché il lettore sarebbe attirato dal colore, poi dalla trama e così comprerebbe primo e secondo capitolo.
In Dreamless ho trovato davvero interessante e coinvolgente la discesa nel mondo degli Inferi, perché le notti in cui Helen chiudeva gli occhi non si sapeva mai dove saremmo stati catapultati, visto che il paesaggio era in continua mutazione, come anche gli ostacoli che doveva superare la nostra semidea.
Ho apprezzato il cambio di carattere del passaggio dal giorno alla notte negli Inferi: da normale diventava in corsivo; e oltre al paesaggio degli Inferi è interessante conoscere il nuovo personaggio Orion, il rapporto che instaurerà con Helen e la venuta di altri nuovi personaggi.
Orion ha suscitato in me opinioni contrastanti per quasi tutta la storia, perché sembra buono, ma non è ciò che invece pensano gli altri: mi sono fidata di questo personaggio, ma allo stesso tempo ho avuto il dubbio che potesse tradire Helen... se buono o cattivo lo scoprirete leggendo la storia ;)
In Dreamless predomina il potere dell'amicizia, perché anche se Helen deve compiere questa missione da sola, non resterà mai veramente sola, perché tutti le resteranno vicino e anche chi non avrà dalla sua i poteri non resterà certo a guardare.
Il secondo sentimento che predomina è l'amore: così forte che riesce a passare sopra ad ogni ostacolo.
Infine: l'odio, che è provocato per alcuni e che è invece nella propria natura per altri.
Il personaggio che vorrei vedere maggiormente caratterizzato è Noel: così pronta a dare affetto a tutti, ma che è sempre in cucina a preparare qualche manicaretto e questo mi faceva pensare: ma poverina! ma solo questo deve fare?
Passando allo stile, trovo che l'autrice abbia dato il meglio di sé nelle descrizioni degli Inferi: sono davvero piacevoli da leggere e alcune frasi sono molto belle.
Le uniche note negative sono state delle parti che mi hanno ricordato "New Moon" e "Narnia", ma sono stati solo alcuni attimi.
Nell'ultimo capitolo immagino ancora più azione, per come sono rimasti i nostri personaggi.
Non mi resta che aspettare!

L'AUTRICE:
Josephine Angelini è la più giovane di otto fratelli e vive a Los Angeles col marito.
Starcrossed, il suo esordio narrativo, primo libro della saga The Awakening series, è stato un caso editoriale con pochi precedenti nel mondo degli YA. Dreamless è il cuore della trilogia che si concluderà con un terzo romanzo (2013) in cui si narra la cronaca dello scontro finale tra gli dèi e i mortali.

6 commenti:

  1. Bella recensione, Franci :) Mi sa che ci troviamo parecchio d'accordo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jeanclaude :) sì,sembra proprio anche a me.

      Elimina
  2. Davvero bella recensione!
    é molto intrigante questa saga!!!purtroppo non sono riuscita a leggere nessuno di questi due libri, troppo studio!!!
    Adesso con la fine dell'esame spero di leggerli!!!
    Complimenti per la recensione!

    RispondiElimina
  3. Grazie Mary :)
    a me sono piaciuti entrambi,ma il secondo molto di più. fammi sapere se ti sono piaciuti,dopo che gli avrai letti :)

    RispondiElimina
  4. io gli ho letti e x me sono superfantastici, ma vorrei sapere come si chaima il terzo volume, e se è gia uscito. ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il terzo si chiamerà "Goddess" ed uscirà nel 2013

      Elimina