lunedì 14 maggio 2012

Recensione "Dark Shadows" di Lara Parker


Titolo: "Dark Shadows-La maledizione di Angelique"
Autrice: Lara Parker
Casa editrice: Tre60
Pagine: 448
Prezzo: 9.90
TRAMA:
Isola della Martinica, XVIII secolo. Uno sguardo, e il destino di Barnabas Collins è segnato. Per sempre. Il giovane ufficiale, infatti, s’innamora all’istante di Angelique Bouchard, una ragazza sensuale ed enigmatica dagli occhi profondi come il mare. E anche lei ben presto si lascia ammaliare da quel raffinato rampollo di una ricca famiglia del Maine. Così, quando poche settimane dopo il loro incontro lui le propone di sposarlo, lei accetta con entusiasmo. Prima di coronare il suo sogno d’amore, però, Angelique deve attendere un anno, il tempo necessario a Barnabas per intraprendere un lungo viaggio verso casa e ottenere la benedizione del padre. Ed è quindi soltanto al suo ritorno che Angelique fa una scoperta devastante: Barnabas ha smesso di amarla e ha già chiesto la mano di un’altra donna. Umiliata per l’affronto subito e accecata dalla gelosia, la ragazza gli giura allora una terribile vendetta: perché lei è un’adepta dello Spirito Oscuro, una strega esperta nell’arte della magia nera e in grado di condannare un uomo per l’eternità, trasformandolo in un vampiro…
Diventata famosa per aver interpretato il personaggio di Angelique nella serie televisiva originale, con questo romanzo Lara Parker ci introduce nel fantastico mondo di Dark Shadows, il fenomeno di culto che ha ispirato l’omonimo film di Tim Burton.


RECENSIONE:
Dark Shadows, che significa Ombre Oscure, è il primo libro di tre, scritto da Lara Parker.
Nacque come soap opera statunitense che venne mandata in onda nei giorni feriali sul network televisivo ABC dal 1966 al 1971.


La soap venne creata da Dan Curtis e fu il primo show a introdurre dei fantasmi in una storia che andava in onda di giorno.
Ella divenne davvero popolare quando fu introdotta la figura del vampiro Barnabas Collins, che nel libro in questione è uno dei principali protagonisti.
Il secondo personaggio principale nel romanzo è Angelique, che nella serie tv era interpretata proprio dall'autrice Lara Parker. 

L'idea del libro "Dark Shadows-la maledizione di Angelique" prese forma dopo che l'autrice venne contattata dal regista Dan Curtis, che volendo portare in prima serata la soap opera, le chiese se ricordasse com'era diventata una strega Angelique... ma non facendone alcun cenno negli episodi che erano andati in onda, Lara Parker rispose che non lo sapeva.
Dopo la chiamata, l'idea di inventare e di raccontare le origini di Angelique, balzò nella mente dell'autrice.

Ho deciso di spiegarvi la storia di "Dark Shadows", perché quando ho scelto di leggere il libro avevo come unico punto di riferimento il film, al cinema da Venerdì.
Il trailer che avevo visto parlava di Barnabas, interpretato dal fantastico Johnny Depp, che risvegliatosi dopo 200 anni si avviava verso la sua vecchia dimora e faceva la conoscenza della nuova famiglia.
Poi andando avanti compariva la bella Angelique che appare fin da subito tremenda e sensuale, il tutto condito da una grande ironia alla Tim Burton.
Quindi, pensavo che il film fosse la trasposizione del libro che avevo tra le mani.
Ma il romanzo invece inizia con Barnabas che già abita nella vecchia dimora e che, dopo aver trovato il diario personale di Angelique, decide di aprirlo e di leggerlo.
Da qui parte la storia di Angelique, che credevo durasse qualche capitolo, avendo in mente il trailer, ma invece la protagonista di questo primo libro è proprio lei... questo all'inizio mi ha lasciata un po' delusa, perché non riuscivo a capire, non trovando neanche quell'ironia che sembrava caratterizzasse  invece il film... ma poi la delusione è svanita, perché ho capito che conoscere la storia di Angelique è necessaria per capire perché ella lancia la maledizione a Barnabas.
Il libro mi è piaciuto molto perché è intriso di eventi che ti portano a continuare la lettura, per l'uso magistrale delle parole e delle metafore, che rendono ancora più ricca e piacevole la lettura, presenti quanto basta, perché come dice l'editor di Lara Parker Le metafore sono come i gioielli: mai esagerare. Una sola collana è sufficiente.
Una delle frasi che mi hanno colpita è:
Io e te siamo un sasso bianco e un sasso nero, nascosti nella corrente.
I personaggi descritti dall'autrice sono ben caratterizzati e se dovessi mettere su una bilancia Angelique e Barnabas, direi che quasi fino alla fine il peso è stato spostato maggiormente sulla prima, perché la sua vita è piena di ingiustizie e cattiverie, che ti portano a provare una grande tristezza  per questa ragazza che ricerca affetto e attenzioni, che ti portano a pensare che si meriterebbe proprio un po' di tranquillità e di vivere una grande storia d'amore, ma che invece ne riceve solo qualche fuggevole assaggio.
Barnabas invece che trasuda fascino da tutti i pori, l'ho capito e ho cominciato a tifare per lui solo verso la fine.
Sono molto curiosa di leggere il seguito e vi consiglio di acquistarlo per approfondire maggiormente la storia cinematografica.

la sigla di apertura del telefilm

L'AUTRICE:
Lara Parker, nome d’arte di Lamar Rickey Hawkins, è cresciuta a Memphis, nel Tennessee. Dopo essersi laureata in Filosofia, ha conseguito una specializzazione in Drammaturgia e si è trasferita a New York, dove alla fine degli anni ’60 è stata scelta per recitare nel ruolo di Angelique in Dark Shadows, una serie televisiva di enorme successo negli Stati Uniti. Alla metà degli anni ’90 ha deciso di abbandonare le scene per dedicarsi interamente alla scrittura di romanzi, sceneggiature e racconti. Attualmente vive a Topanga Canyon, in California.

1 commento:

  1. ciao Franci
    l'ho letto anche io questo libro e mi è piaciuto molto (http://pupottina.blogspot.it/2012/05/dark-shadows-di-lara-parker.html), una storia stupenda anche se diversissima dal film, ma utilissima a capire la cattiveria di Angelique.
    un bel libro che è doveroso consigliare

    RispondiElimina