giovedì 19 aprile 2012

Recensione "Figlie di Diana" di Stefania Tuveri


Titolo: "Figlie di Diana"
Autrice: Stefania Tuveri
Casa editrice: Lettere animate
Pagine: 140
Prezzo: 9.90
Isbn: 978-88-97801-14-6
TRAMA:
Due giovani sorelle sono alle prese con una domanda che cambierà le loro vite: la Magia esiste? La risposta arriverà dalla saggezza della nonna che si occupa di loro e il misterioso e complesso mondo della stregoneria si rivelerà in tutto il suo misticismo, tra incantesimi, Tarocchi e rune. Ma praticare l’antica arte magica comporta delle grandi responsabilità e il Male è in agguato. La sfida che attende Selene e Caterina sconvolgerà le loro vite, ma ci sarà sempre spazio per amore e amicizia.

RECENSIONE:
Questa storia fantasy è ambientata ai giorni nostri e vede protagoniste due sorelle: Selene di 17 anni e mezzo, alta, dai lineamenti delicati, con i capelli ricci corvini e occhi verdi e Caterina di 20 anni, anche lei molto bella, dai tratti più marcati, lunghi capelli lisci e occhi color del cielo.
Selene cerca sempre di esprimere i propri giudizi nei confronti degli altri usando molto tatto, perché non vuole offendere o far soffrire qualcuno inutilmente; Caterina invece è molto più diretta.
La prima frequenta il liceo, mentre la sorella maggiore l'università: entrambe sono cresciute più in fretta rispetto alle loro coetanee, a causa di un incidente avvenuto ai loro genitori quando erano più piccole.
Per fortuna non sono sole: possono sempre contare sulla dolce nonna e sui loro più fedeli amici.
Le due sorelle si distinguono però dai loro coetanei soprattutto perchè sono delle... streghe, anche se non sanno bene che cosa significhi... ciò di cui sono certe è che entrambe hanno dei poteri.
Questa Consapevolezza le porterà a diventare le nuove protettrici del libro degli incantesimi e le caricherà di grandi responsabilità.
Sullo sfondo si verificheranno brutali omicidi che vedranno come vittime uomini traditori: sarà coinvolta la magia? Selene e Caterina potranno intervenire?
Un fantasy che mescola magia, amicizia, amore e giallo.
E' un libro molto piacevole, sia per il suo contenuto, per lo stile fluido, per i personaggi ben caratterizzati da un punto di vista sia fisico che psicologico, grazie a cui si focalizza ancor di più la storia.
Gli altri aspetti che mi sono piaciuti riguardano il carattere che l'autrice ha dato alle due sorelle: la loro maturità, il loro linguaggio, la forza e la razionalità con cui affrontano  gli eventi; e la scelta di rendere partecipe il lettore non solo dei pensieri delle due protagoniste, ma anche nel corso della storia di molte altre persone.
La lunghezza della storia è perfetta, perchè non ci sono inutili fatti che dilungano la storia, che a volte rischiano solo di far annoiare il lettore ed il prezzo è contenuto.
Il libro penso sia autoconclusivo, ma potrebbe benissimo avere un seguito.
Questo romanzo - come avrete capito - mi ha lasciata molto soddisfatta.

Il libro vi sembra interessante e vorreste comprarlo?
Ecco i link dove potrete trovarlo, oltre che in libreria:
Bookrepubliclafeltrinelli.itLettere animate.


1 commento:

  1. Assomiglia forse un pò troppo alla fortunata serie televisiva "Streghe"...comunque per essere il primo libro di una esordiente così giovane, credo che sia un buon lavoro!

    RispondiElimina