martedì 17 gennaio 2012

"Intervista a Claudia Palumbo, autrice di Damned"


Oggi è uscito in tutte le librerie "Damned", il primo libro di Claudia Palumbo e per l'occasione ho deciso di intervistarla per conoscerla meglio :)

Ciao Claudia e benvenuta nel mio blog!
Sono molto emozionata perché questa è la mia prima intervista... spero di non fare domande banali.


1-Innanzitutto chi è Claudia? Raccontaci un po' di te.
Claudia è una ragazza di vent’anni che frequenta il secondo anno di Giurisprudenza e che ama in modo sconfinato leggere e scrivere.
2- Com'è nata l'idea di "Damned"? cioè come si è formata nella tua testa la storia di Cathy?
Damned è nato dopo aver letto Twilight in lingua inglese, prima ancora che uscisse qui in Italia. Avevo letto i libri di Anne Rice, Stephen King, Edgar Allan Poe, Charlaine Harris, ma mai nessuno aveva attirato la mia attenzione come Twilight. Forse per il periodo che stavo vivendo, l’adolescenza. Nessuno aveva mai parlato di un vampiro adolescente alle prese con il suo primo amore.
3-Sei una grande lettrice di Stephenie Meyer (come me): cosa ti attrae del mondo dei vampiri?
Credo il mistero, quello che attrae irrimediabilmente un po’ tutti noi. I vampiri, in fondo, sono molto più deboli degli umani perché per sopravvivere devono approfittare del sangue umano, non sono autonomi. Credo che questa sia la cosa che mi affascina di più.
4-C'è qualcosa di te in Cathy?
In realtà molto poco. Cathy è intelligente, furba , maliziosa e molto impulsiva. Io, invece, sono molto più riflessiva e pacata. Ma se nella mia testa è nata Cathy vuol dire che qualcosa di lei c’è anche in me…
5- Immagino Konstantin e Tristan con caratteri opposti: uno buono e uno ribelle e tormentato, un po' come Damon e Stefan di "The Vampire Diaries"... sono così?
Si, ma a differenza di Damon e Stefan si amano in modo sconfinato e non lo nascondono. Il loro amore fraterno non era mai stato messo in discussione prima dell’arrivo di Cathy. Sarà lei a creare delle forti tensioni tra i due.
6- "Damned" è un libro autoconclusivo?
E’ nato come un libro autoconclusivo ma… mai dire mai!
7- Una domanda che mi sono sempre fatta: la cover del libro viene scelta dalla casa editrice o vengono seguite precise indicazioni dell'autrice?
Questa cover mi è stata proposta dalla casa editrice, anche se a me è subito piaciuta e l’ho approvata con il massimo dei voti.
8- Stai scrivendo un nuovo libro: qualche anticipazione per noi? :)
Il libro che sto scrivendo spero diventi una trilogia. E’ sullo stesso genere di Damned ma è un po’ più impegnativo. Piacerà molto agli appassionati di storia italiana, soprattutto quella rinascimentale.
L'intervista è finita.
Ti ringrazio, per me è stato un piacere intervistarti e ti faccio un grande in bocca al lupo per tutto :)
Crepi e grazie mille!

Ho letto le prime pagine di "Damned" sul sito della casa editrice Sperling e Kupfer e quando sono arrivata all'ultima pagina ho detto: No, voglio sapere come continua!!, quindi questo vi dice tutto, per me sarà bello bello!!

2 commenti: