domenica 30 ottobre 2011

Recensione "Ali in gioco" di Annalisa Marino

                                        
Autore: Annalisa Marino
casa editrice: Esselibri-Simone
pagine: 240
prezzo: 10.00
Trama:
In bilico tra presente e futuro...
Angel è una giovane Top Gun della marina militare americana che ha fatto di tutto per realizzare il suo sogno: volare fino ad infrangere la barriera del suono.
In volo è imbattibile e spericolata.
Un giorno, durante un'esercitazione, il suo aereo si spegne inspiegabilmente e, da quel preciso istante, qualcosa di misterioso si accende in lei: capacità paranormali, difficili da accettare che, suo malgrado, le cambieranno la vita trascinandola in un'avventura dai risvolti inaspettati.

Recensione:
Angelica Kedles, Angel per tutti, è una tenente della Marina militare statunitense.
Volare era ciò che voleva fare fin da piccola, quando dalla casa della nonna, ammirava veder decollare i caccia dalla base e sentirne il suono durante il superamento della barriera.
Angel è un po' indisciplinata, irriverente, maschiaccio, forte e competitiva.
Una competizione che l'accompagna anche il giorno in cui le cose per lei cambiano!
Come tutti i giorni, parte con il suo caccia insieme a Jocker, il suo secondo, per esercitarsi e inizia la sfida con King, un altro pilota bravo quanto lei... la competizione consiste nel superarsi, nel fare acrobazie, nel far vedere la propria bravura.
Ma, il Comandante della portaerei non sopporta questi comportamenti e così decide di farli rientrare: King esegue subito l'ordine, mentre Angel non ci sta e spingendosi quasi al confine del proprio tratto di competenza vede un oggetto nero... un Harrier, che però scompare subito.
Angel è sicura di ciò che ha visto e infatti poco dopo anche Joker lo nota..si avvicinano per vederlo meglio e lì il caccia va in tilt, Angel perde il controllo del mezzo e sono costretti ad eiettarsi (un'esperienza che nessuno vorrebbe mai fare).
Caduti in acqua, Angel è come in uno stato di shock, non si muove e comincia a vedere delle immagini di distruzione e un volto.
Angel comincia ad avere dei poteri paranormali.
Il mistero del caccia porterà Angel in posti lontani, conoscerà persone nuove buone e cattive... la sua vita verrà scombussolata, ma in peggio o in meglio?
Un romanzo da leggere in pochi giorni, che contiene amore, azione e mistero.
Angel è un personaggio delizioso, che vi farà  anche ridere con le sue battute sarcastiche.
In primo piano ci sono i sentimenti e le caratteristiche dei protagonisti, scelta che ho apprezzato, perché a volte non serve soffermarsi troppo sull'ambiente circostante, che può rischiare di rallentare la storia.
"Ali in gioco" è il primo libro pubblicato di Annalisa Marino e le devo fare i miei complimenti perché ha iniziato  con una storia davvero carina e le faccio anche i complimenti per la copertina, disegnata da lei, che racchiude i simboli chiave di questa storia.

Autrice:
Annalisa Marino nasce a Napoli nel 1973.
Dopo aver conseguito il diploma tecnico commerciale, si dedica ai suoi hobbies preferiti che spaziano dalle materie letterarie alla pittura.
Di racconti ne ha scritti e cestinati tanti, fino ad "Ali in gioco".
La casa editrice napoletana Esselibri offre ad un'autrice emergente l'opportunità di pubblicare il suo primo romanzo.



2 commenti:

  1. Una bella recensione per un bel libro! Da leggere assolutamente!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Franci e grazie Stefy.

    RispondiElimina