giovedì 18 gennaio 2018

Bookabook - "Seconde vite" di Annamaria Trevale

Buongiorno lettori,
oggi ho il piacere di segnalarvi un libro scritto dall'autrice Annamaria Trevale di cui forse avrete già letto "Tutta colpa di mia sorella!" pubblicato da Libro/Mania.

Titolo: "Seconde vite"
Autrice: Annamaria Trevale
Prezzo: 16,00 - ebook: 5,99
TRAMA
Fra anziani che non vogliono saperne di ritirarsi dal mondo e giovani che stentano a trovarvi posto, che fine fanno i cinquantenni? Annalisa e Claudio hanno varcato da poco quella soglia quando si ritrovano, dopo molti anni, a un raduno di ex compagni di liceo organizzato dalla vulcanica Cecilia.
Ognuno di loro tre convive con un fardello pesante di matrimoni falliti, perdite dolorose, figli da crescere al di fuori di una famiglia tradizionale e relazioni insoddisfacenti, insieme alla sensazione di aver sbagliato molte cose nella vita e di non poter più aspirare a grandi cambiamenti.
E invece dovranno ricredersi, scoprendo a poco a poco che è ancora possibile lasciarsi alle spalle gli errori commessi, i rancori, i rimpianti, e soprattutto il dolore che sembra non cessare mai, per scoprire che si può anche provare a ricominciare da capo, perché il destino può avere in serbo anche per loro delle seconde vite.

Se la trama vi stuzzica e vi piacerebbe leggerlo avete solo una cosa da fare: preordinare il libro su Bookabook, la piattaforma di crowdfunding.
Ebbene sì, il libro verrà pubblicato solo se raggiungerà i 200 preordini in cartaceo o ebook.
 
Ecco alcune informazioni in più su questo libro

Domanda e risposta:
Perché ho scritto questo libro?
Volevo raccontare qualcosa della mia generazione, ma soprattutto mettere al centro della storia quella fase della vita in cui si comincia a considerare quanto si è fatto fino a quel momento e a trarne dei bilanci, che non sempre appaiono lusinghieri, perché la giovinezza si allontana, e con essa molte opportunità che non si ripresenteranno più, ma la vecchiaia sembra ancora, per fortuna, a notevole distanza.

Una definizione in meno di 140 caratteri:
Quando pensi che la vita non abbia più nulla da darti, ecco che tutto inizia a cambiare.

Non ho letto "Tutta colpa di mia sorella!" ma ho letto solo recensioni positive al riguardo quindi se quest'ultimo libro potrebbe essere piacevole come il precedente credo che meriti di essere pubblicato tanto più che l'ebook costa solo 5,99. 
Il libro ha anche una pagina Fb se volete dargli un'occhiata:  https://www.facebook.com/secondevitelibro/

Vi lascio il link per preordinare il libro: https://bookabook.it/libri/seconde-vite/

L'AUTRICE 
Annamaria Trevale 
Annamaria Trevale vive a Milano. Scrive soprattutto racconti, che sono apparsi in diverse antologie e su riviste. Collabora dal 2009 al blog www.sulromanzo.it curando rubriche, scrivendo recensioni di libri e intervistando scrittori. Ha pubblicato la raccolta di racconti Solitudini(Prospettiva Editrice, 2008) e il romanzo Tutta colpa di mia sorella!(Libromania, 2016).





 

mercoledì 17 gennaio 2018

Recensione "L'esercito dei 14 bambini" di Emmy Laybourne


Titolo: "L'esercito dei 14 bambini"
Autrice: Emmy Laybourne
Casa editrice: Newton Compton
Pagine: 309
Prezzo: 9,90 - ebook: 4,99
Quattordici studenti di diverse età sono rimasti intrappolati all'interno di un gigantesco supermercato a Monument, in Colorado. Lì dentro c'è tutto ciò di cui potrebbero aver bisogno: cibo di ogni genere, vestiti, videogiochi e libri, farmaci e ogni tipo di bevanda alcolica... e senza la supervisione di un adulto possono fare quello che vogliono. Potrebbe anche essere divertente. Purtroppo la verità è che fuori da lì il genere umano sta scomparendo a causa di catastrofi naturali e della dispersione di sostanze chimiche nell'atmosfera che, a seconda del gruppo sanguigno, possono provocare nelle persone disturbi paranoidi, accessi di violenza o addirittura la morte. I bambini devono rimanere all'interno, costretti ad attrezzarsi per la sopravvivenza, senza sapere se potranno mai uscire. Nonostante la giovane età, saranno in grado di cavarsela e guadagnarsi un futuro?
RECENSIONE
L'esercito dei 14 bambini, il primo di una trilogia, è raccontato in prima persona dal protagonista Dean, un ragazzo di 16 anni magro con gli occhiali, innamorato della popolare Astrid.
In un giorno come tanti mentre Dean e suo fratello minore Alex stanno raggiungendo la scuola sui rispettivi pulmini si abbatte sulla città una mega grandinata che trasforma la solita giornata in quella che stravolgerà la loro esistenza.
Gli studenti dei due pulmini troveranno rifugio in un supermercato e dovranno imparare a gestire l'emergenza senza l'aiuto di un adulto. La grandine sarà solo il principio dei loro guai perché successivamente arriverà un terremoto e una nube chimica che avrà effetti diversi a seconda del gruppo sanguigno delle persone.
Gli studenti bloccati per loro fortuna in un posto sicuro contenente ogni cosa che potrebbe servirli hanno un'età compresa tra i 5 e i 17 anni e durante la storia avremo modo di conoscerli, chi più chi meno. 
I bambini delle elementari sono Chloe che all'inizio della storia è una vera rompiscatole; Caroline e Henry, gemelli dolcissimi; Batiste, super religioso che all'inizio rimprovera tutti perché secondo lui compiono continuamente peccati; Ulisse, bimbo ispanico in classe con Max, il mio personaggio preferito, perché ogni tanto racconta qualche sua esperienza che normalmente non dovrebbe essere vissuta da un bambino così piccolo ma lui ne parla in un modo così tranquillo che inevitabilmente ogni volta fa spuntare un sorriso sulle labbra mentre i ragazzi delle medie sono Alex, il fratello di Dean, che è un vero genio dell'elettronica e Sahalia, ragazza alla moda che vorrebbe sembrare più grande e infine i ragazzi delle superiori sono Dean che tiene un diario come valvola di sfogo, altruista, calmo con la tendenza a non agire prontamente durante le situazioni di emergenza; Brayden, un bulletto che prende in giro Dean e amico di Jake, il più grande del gruppo che insieme ad Astrid sarà quello che reggerà peggio questa situazione; Josie, una ragazza molto brava con i bambini che sa farsi ascoltare e infine Nico, un bel ragazzo introverso che grazie alla sua esperienza da scout saprà prendere la situazione in mano anche se non sempre questo lo porterà ad essere apprezzato.
I 14 studenti si divideranno i compiti, sceglieranno un leader e creeranno una casa all'interno del supermercato diventando così da quasi sconosciuti a una sorta di grande famiglia.
Questo primo capitolo a parte l'inizio movimentato e la parte finale in cui faranno la comparsa anche due nuovi personaggi è relativamente tranquillo, più che sull'azione è basato sui rapporti tra i ragazzi, le amicizie, le rivalità, l'amore e le reazioni alla catastrofe facendo sì che alcuni momenti risultino piatti. Avrei preferito a questo punto che venissero approfondite le vite di ogni singolo personaggio essendo un capitolo conoscitivo in modo da poter provare qualcosa in più per ciascuno di loro. Un'altra nota negativa sono i refusi. Nonostante queste due cose leggerò sicuramente il seguito, in arrivo domani, perché sono curiosa di vedere come questi ragazzi affronteranno le nuove sfide.

1/2

L'AUTRICE 
  
Emmy Laybourne è scrittrice, sceneggiatrice ed ex attrice. Il suo esordio nella narrativa, L’esercito dei 14 bambini, si è guadagnato il plauso della critica ed è entrato nella YALSA Teens’ Top Ten. La serie prosegue con Cielo in fiamme. Emmy vive nella periferia di New York City con il marito, due figli e nove galline. Per saperne di più visitate il suo sito www.emmylaybourne.com



   

mercoledì 3 gennaio 2018

"In arrivo questo mese"

Buon anno cari lettori!!!
Come sono andate le vostre feste e cosa avete ricevuto per Natale?
Io le ho passate tra alti e bassi, provando nuove ricette e godendomi i momenti di risate con la mia famiglia. Per Natale ho ricevuto cose per la cucina, per il corpo, abbigliamento e tante altre belle cosine💓
Oggi ho spulciato tra le nuove uscite di questo mese e ho trovato dei libri che mi incuriosiscono... piaceranno anche a voi? Fatemelo sapere se vi va😉


Titolo: "Il gioco bugiardo"
Autrice: Ruth Ware
Casa editrice: Corbaccio
Pagine: 432
Prezzo: 17,90 - ebook: 9,99
In arrivo: 11 gennaio
Clicca qui per acquistare Il gioco bugiardo
TRAMA
Il messaggio arriva in piena notte. Solo quattro parole: «Ho bisogno di te». Isa prende con sé la figlia e si precipita a Salten, dove aveva trascorso gli anni del liceo che ancora proiettano le loro ombre su di lei. A scuola Isa e le sue tre migliori amiche giocavano al gioco delle bugie: vinceva chi di loro avesse inventato la storia più assurda rendendola credibile agli occhi degli altri. Ora, dopo diciassette anni, un cadavere è stato ritrovato sulla spiaggia, facendo emergere un segreto terribile. Un segreto che costringe Isa a confrontarsi con il proprio passato e con le tre donne che non ha più visto ma che non ha mai dimenticato. Non è un incontro sereno: Salten non è un posto sicuro per loro, non dopo quello che hanno fatto. È ora che le quattro amiche affrontino la verità.

 
Titolo: "Il sole è anche una stella"
Autrice: Nicola Yoon
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Pagine: 384
Prezzo: 18,90 - ebook: 9,99
In arrivo: 16 gennaio
Clicca qui per acquistare Il sole è anche una stella
TRAMA 
Natasha non crede né al caso né al destino. E neppure ai sogni: non si avverano mai. Sua madre dice che le cose succedono per una ragione. Ma Natasha è diversa. Crede piuttosto nella scienza e nella relazione causa-effetto. Ogni azione conduce necessariamente a un'altra e così via. Sono le azioni di ognuno a determinare il destino. Per intenderci, non è il tipo di ragazza che incontra un ragazzo carino in un polveroso negozio di dischi a New York e s'innamora di lui. Eppure è quel che accade, proprio a dodici ore dall'essere rimpatriata in Giamaica insieme alla sua famiglia. Lui si chiama Daniel. È il figlio perfetto, studente modello e sempre all'altezza delle molte aspettative dei genitori. Quando è con Natasha, però, tutto è diverso. Qualcosa in lei gli suggerisce che il destino abbia in serbo un che di speciale - per entrambi. Ed è come se ogni momento della loro vita li avesse preparati solo per vivere questo meraviglioso, singolo istante.

 I segreti di mia sorella  

Titolo: "I segreti di mia sorella"
Autrice: Nuala Ellwood
Casa editrice: Nord
Pagine: 352
Prezzo: 18,60 
In arrivo: 18 gennaio
TRAMA 
È notte quando Kate arriva in stazione. Sua sorella Sally non è venuta a prenderla e forse è meglio così; Kate non avrebbe avuto la forza di affrontare un litigio. È appena tornata dalla Siria, dove lavora come corrispondente di guerra, e ha già abbastanza incubi. Ecco perché, nel momento in cui viene svegliata da un grido nella vecchia casa della madre, Kate crede che sia frutto della sua immaginazione. Eppure lo sente ancora. C'è qualcuno, nel giardino dei vicini. Un bambino che chiede aiuto. Non appena Kate esce per soccorrerlo, il bambino è sparito. Il giorno dopo, va a bussare alla porta della vicina, la quale sostiene di non avere figli. Kate allora prova a parlarne con Sally, ma nemmeno lei le crede, anzi l'accusa di stare crollando, schiacciata dal senso di colpa per un altro bambino che non è riuscita a salvare. Tuttavia Kate è sicura di non essersi inventata nulla e non si arrenderà finché non avrà scoperto la verità... 

  

Titolo: "Un giorno solo"
Autrice: Felicia Yap
Casa editrice: Piemme
Pagine: 408
Prezzo: 19,50 - ebook: 9,99
In arrivo: 30 gennaio
Clicca qui per acquistare Un giorno solo
TRAMA 
Una cittadina addormentata nei pressi di Cambridge, immersa nell'umido clima inglese. Qui, nella sua bella casa, Claire Evans si sveglia e, come ogni mattina, è costretta a consultare il suo diario elettronico per sapere chi è l'uomo accanto a lei.
«Nome: Mark Henry Evans. Età: 45 anni. Occupazione: romanziere con ambizioni politiche. Ci siamo sposati alle 12.30 del 30 settembre 1995 nella cappella del Trinity College. Alle nozze hanno assistito nove persone». Ogni mattina, Claire deve reimparare tutto, o quasi. Perché lei, come molti altri, appartiene alla grigia maggioranza dei Mono: persone il cui cervello, dopo i diciotto anni, non è più in grado di accumulare nuova memoria, e che dunque ricordano soltanto il giorno prima.
I Duo come suo marito Mark, invece, hanno una marcia in più: riescono a ricordare fino a due giorni prima. Quarantotto ore. Ventiquattr'ore di superiorità. In un mondo del genere, in cui l'unica cosa che ti lega a ieri è il tuo iDiary, anche per le tue stesse emozioni devi affidarti alle parole che hai scritto. Se sei triste, non sai perché. Se hai paura, non sai perché. E Claire ha paura. Tutti i giorni. Specie da quando Mark è stato accusato dell'omicidio di una donna… In una corsa contro il tempo, prima che Mark stesso dimentichi ciò che ha fatto, Claire dovrà scoprire, aiutata dal detective Hans Richardson della polizia del Cambridgeshire (un uomo che a sua volta lotta con la propria, fallibile memoria), chi ha ucciso quella donna e soprattutto chi è davvero suo marito.


giovedì 21 dicembre 2017

"Libri da leggere e da aggiungere alla wishlist"

Buon pomeriggio lettori,
vi segnalo quattro libri, il primo che potete già acquistare è un romance scritto dalle autrici Sara Stroppa e Roberta Ambrogio; il secondo è il seguito de "Il ragazzo invisibile" e uscirà in contemporanea con il film a gennaio; il terzo è il romanzo d'esordio di un libraio con la passione per i gialli e l'ultimo sugli orrori della II Guerra Mondiale è scritto dall'autore Steve Sem-Sandberg, vincitore dell’August Prize con Gli spodestati.
Scusate per i problemi causati da Blogger  😑



Titolo: "Quando c'era la luna"
Autrici: Sara Stroppa & Roberta Ambrogio
Casa editrice: Libromania
Genere: Romance
Prezzo ebook: 3,99
Clicca qui per acquistare Quando c'era la luna
TRAMA
Chiara e Virginia sono migliori amiche e non potrebbero essere più diverse. Chiara è solare ed espansiva, Virginia schiva e individualista. Le loro vite cambiano per sempre quando una trascina l’altra al bancone del Moonriver un venerdì sera di fine marzo. La luna piena e un’eterna Roma fanno da cornice alla passione travolgente che esplode tra la bellissima Chiara e il glaciale Andrea, un musicista bolognese riservato e intrigante, e fa da galeotta a un legame che avrà bisogno di più tempo per sbocciare: quello tra Virginia e Marco, accomunati da un sogno perduto e pesanti aspettative future. Ma la vita è imprevedibile: il fratello di Andrea s’innamora di Chiara che intanto ha trovato lavoro come modella e Marco manda a monte il suo matrimonio per amore di Virginia, che rimane incinta. Amori tormentati, ambizioni e delusioni scandiscono le loro giovani vite e li fanno crescere, maturare e scoprire cosa il destino ha in serbo per ciascuno.


Titolo: "Il ragazzo invisibile. Seconda generazione"
Autori: Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi & Stefano Sardo
Casa editrice: Salani 
Pagine: 300
Prezzo: 14,90 - 8,99
TRAMA
Michele è ormai cresciuto, ha sedici anni e ha passato la fase difficile in cui nessuno sembrava accorgersi di lui. Ora però nuovi problemi si affacciano sulla sua esistenza da adolescente. La ragazza che ama e che sogna giorno e notte sta con un altro e il rapporto con sua madre è sempre complesso, sul filo del rasoio e di un baratro che potrebbe arrivare da un momento all’altro. Con tutti gli adulti Michele Silenzi sembra non capirsi bene. Avrebbe bisogno di un traduttore per capire i loro pensieri e sicuramente dovrebbe accadere anche il contrario. Insomma la noia e la depressione sembrano farsi avanti fino a quando non appaiono nella sua vita due donne inaspettate e che pensava sicuramente di non vedere mai nell’arco della sua esistenza: la sua gemella Natasha e la madre naturale Yelena, due donne che stravolgeranno completamente l’esistenza di Michele, conducendolo però verso una nuova strabiliante avventura perché ancora una volta il ragazzo scoprirà di poter diventare proprio invisibile. Non sa infatti che la sua gemella e sua madre sono riapparse nella sua vita perché hanno bisogno di lui. "Il ragazzo invisibile Seconda Generazione" è un romanzo d’avventura appassionante e che trattail tema dell’adolescenza e delle sue inquietudini con estrema delicatezza.
Risultati immagini per mezzanotte alla libreria delle grandi idee 


Titolo: "Mezzanotte alla libreria delle grandi idee"
Autore: Matthew Sullivan
Casa editrice: Longanesi
Pagine: 380
Prezzo: 16,40 - ebook: 8,99
In arrivo: 25 gennaio 2018
Lydia è una ragazza schiva e introversa. Ama nascondersi fra i suoi adorati libri e fra gli scaffali della Libreria delle Grandi Idee presso cui lavora, nel cuore di Denver, Colorado. Una libreria che, in particolare nelle ore di apertura serali, si popola di bizzarri bibliomani che fra i volumi passano lunghe ore.
Una sera, poco dopo la chiusura, a Lydia tocca una sconcertante, terribile sorpresa. Uno degli abituali frequentatori, il giovane Joey, si è impiccato fra gli scaffali del piano superiore. Prestandogli i primi soccorsi, Lydia fa una scoperta che cambierà la sua esistenza: dalla tasca dei jeans di Joey spunta una foto. Una foto che ritrae lei da bambina.
Perché Joey si è suicidato proprio in libreria? Per quale motivo teneva in tasca quella foto? E perché Lydia ha l’impressione che sia solo il primo di una serie di messaggi che Joey le ha lasciato prima di morire, affidandoli ai libri? Nel tentativo di scoprire la verità, Lydia rievoca immagini di una terribile notte della sua infanzia, dettagli sepolti da tempo nella memoria. E insieme ai ricordi riemergono presenze che pensava di aver lasciato ormai nel passato, come quella di suo padre.



Titolo: "I prescelti"
Autore: Steve Sem-Sandberg
Casa editrice: Marsilio
Pagine: 576
Prezzo: 20,00
In arrivo: 25 gennaio 2018
TRAMA
Spiegelgrund non esiste più. Le mura che circondavano l’ospedale viennese sono state abbattute e tutto quello che il personale aveva giurato di non rivelare mai a nessuno non è più un segreto. Tra il 1940 e il 1945, in quel diabolico istituto il cui obiettivo ufficiale era di raddrizzare i bambini più ribelli e di assistere quelli affetti da malattie psichiche, la realtà era tragicamente diversa. Adrian Ziegler vi arriva nel gennaio del 1941, in una fredda e limpida mattina d’inverno scintillante di brina. Quegli edifici pallidi all’ombra della collina, con le facciate di mattoni scrostate e le inferriate alle finestre, diventeranno la sua casa negli anni a venire. La sua, come quella degli altri bambini rinchiusi a Spiegelgrund – orfani, ritardati, disabili, piccoli delinquenti, «degenerati razziali» –, è una vita indegna di essere vissuta. Non ci sono cure ad attenderli, solo medici pronti ad attuare il programma nazista di eutanasia infantile voluto da Berlino. Persone convinte che contrastare la malattia, fisica o morale, sia necessario per rafforzare la razza, o forse, banalmente, solo attirate dall’opportunità di tormentare qualcuno. E ancora, ligi esecutori degli ordini, perché a seguire le leggi in vigore non c’è ragione di sentirsi in colpa. Come l’infermiera Anna Katschenka, che pur amando i bambini ubbidisce per lealtà e senso del dovere e, quasi senza rendersene conto, finisce per scivolare dalla parte dei mostri.

Dopo Gli spodestati, attraverso i destini di Adrian e Anna, e del coro di personaggi che popolano il microcosmo di Spiegelgrund nel cuore dell’Europa nazista, Steve Sem-Sandberg torna a intrecciare magistralmente storia e finzione in un potente romanzo polifonico che, come ha dichiarato la giuria dell’August Prize, «bisogna leggere e mai dimenticare».
 




martedì 19 dicembre 2017

Recensione "Un libro meraviglioso" di Lilly Meraviglia


Titolo: "Un libro meraviglioso"
Autrice: Lilly Meraviglia
Casa editrice: Rizzoli
Pagine: 216
Prezzo: 16,90 - ebook: 9,99
Clicca qui per acquistare Un libro meraviglioso. Sirene, teste fluttuanti e altre cose molto strane disegnate da me. Ediz. a colori
TRAMA
Prendete Lilly Meraviglia. Datele carta bianca (ma forse viola è anche meglio). Mescolate il tutto con spaghetti e palline rosa, case tentacolate e alberi perplessi, alieni e trote canterine. Il risultato sarà "Un libro meraviglioso", cento illustrazioni realizzate e commentate dalla più surreale delle regine del web con il suo inimitabile stile.

RECENSIONE
Ho scoperto Lilly Meraviglia tramite mia sorella, perché è lei l'appassionata di YouTube che scova sempre personaggi interessanti e divertenti. Quando mi ha fatto vedere i video di Lilly, una ragazza romana dai capelli rossi che apriva pacchi di siti cinesi pieni di abiti o oggetti ho pensato subito che fosse particolare sia per le cose che ordinava sia per il modo di parlare e di recensire perché è sincera, dice le cose come stanno e se non le piace qualcosa lo dice senza problemi in un modo che ti rende allegro. Se ascolti Lilly pensi che sia parecchio strana ma è proprio questo che la rende simpatica e nonostante i giudizi negativi lei continua a mostrarsi per quella che è. Lilly non si prende sul serio, ha un'enorme fantasia ed è molto brava a disegnare. Ho deciso di recensire il suo libro perché avevo già avuto modo di vedere i suoi disegni in un video che aveva girato in cui raccontava la sua storia e li avevo trovati molto belli.
In "Un libro meraviglioso" avrete la possibilità di conoscere meglio Lilly, cosa le piace e cosa non sopporta, perché ha iniziato a girare video, perché ha deciso di pubblicare questo libro ma soprattutto potrete ammirare i suoi disegni.
Disegni colorati e in bianco e nero che rappresentano le persone o cose che ama o illustrazioni che giocano con le parole usate tutti i giorni, che raffigurano stati d'animo o semplicemente disegni che non hanno un vero significato.
Passerete da illustrazioni alla Tim Burton a disegni super colorati realizzati con tecniche diverse e soprattutto nello stile Lilly!
Ho scelto tre illustrazioni da farvi vedere.

 

La prima perché in effetti cosa c'è di più street food di un piccione?
La seconda perché anch'io mi sento così quando mi arriva un pacchetto

 
Mal di testa perché rappresenta perfettamente il mal di testa.

"Un libro meraviglioso" è il regalo di Natale perfetto per chi non si perde neanche un video di questa giovane ragazza romana.

L'AUTRICE
Foto Lilly Meraviglia
Nata a Roma nel 1997, Lilly Meraviglia approda al successo con i suoi video nel 2015, prima su Facebook e poi su YouTube. In due anni ottiene centinaia di migliaia di follower e oltre cento milioni di visualizzazioni, grazie al suo carisma e alla sua comicità surreale. Lilly ama la grafica e l’arte digitale, i conigli, la musica, gli orsetti gommosi e soprattutto Carlo Conti. Da grande sogna di fare la collaudatrice di materassi o l’assaggiatrice di caramelle, anche se la sua specialità è disegnare cose strane.



lunedì 11 dicembre 2017

"Due libri per Natale"

Oggi consigli natalizi 😃🎄
"Blue e la bambina senza cuore - L'insolita favola di Natale" è la prima favola per adulti dell'autrice Blake B. Blink conosciuta per Zora Von Malice Saga mentre "Back to school. L’insostenibile pesantezza dell’essere Genitori-di-Allievi" è scritto dall'autrice e mamma Ginevra Van Deflor.

“Lei era un fantasma e lui un cinghiale. La coppia più improbabile del bosco. Eppure.”

Titolo: "Blue e la bambina senza cuore"
Autrice: Blake B. Blink
Editore: Youcanprint
Pagine: 43
Prezzo: 12,00 - ebook: 3,99
Clicca qui per acquistare Blue e la bambina senza cuore
TRAMA
Questa è la storia di Blue, il grosso cinghiale dagli occhi azzurri e di Batuffolo, un’adorabile bambina trasparente e senza cuore.

Questa è la storia di un’amicizia indissolubile e di un legame che va oltre le apparenti diversità.
Questa è una storia sull’importanza di creare ricordi indelebili, perché nessuno è scontato, e sulla certezza di un affetto puro e incondizionato che esplode nel cuore, anche se uno di loro due non ce l’ha più.

 
«Blue?»
«Che c'è?»
«Perché gli uomini sparano?»
«Perché sono insoddisfatti.»
«Di cosa?»
«Di tutto.»
«Dici?»
«Direi proprio di sì.»
«E come fanno a esserlo?»
«Non sono importanti per nessuno.»

Leggendo questa storia doni 1 euro alla Lac, la lega per l’abolizione della caccia, insegni ad usare il cuore a un bambino e fai felice un cinghiale.
Il libro, che presenta contenuti di geniale delicatezza, è illustrato da Andrea Berlinghieri, artista tra i più promettenti del panorama surreale italiano.


Titolo: "Back to school. L’insostenibile pesantezza dell’essere Genitori-di-Allievi"
Autrice: Ginevra Van Deflor
Editore: Self Publishing
Pagine: 284
Prezzo: 12,00 - ebook: 5,50
TRAMA
Un libro divertente, ironico e autoironico che vi permetterà di districarvi nel labirinto infernale che è la scuola vissuta in qualità di genitori-di-allievi. Una serie di situazioni-tipo vissute in termini più o meno simili da tutti i genitori che hanno figli in età scolare, in particolare alla primaria, pubblica e/o privata, dalla modulistica fai-una-giravolta-falla-un'altra-volta per l'iscrizione, alle stele di Rosetta per decifrare i compiti da fare, alle liti di condominio nelle riunioni genitori, ai celeberrimi e ormai famigerati gruppi di WhatsApp, alle sempre più faraoniche e frequenti feste di compleanno, e via discorrendo, di peripezia in peripezia. Un modo per riderci sopra, calmare gli animi e consolarsi leggendo le avventure tragicomiche che accomunano tutti coloro che hanno un bimbo dai 6 anni in su (perché la scuola si sa quando comincia, ma non si può mai dire quando finirà). Se, invece, i vostri figli sono più piccoli di così potrete sempre usarlo come un breviario di ciò che sarà il vostro futuro prossimo venturo, e studiarlo con attenzione per arrivare al fatidico primo giorno di scuola un minimo preparati.

Il regalo di NATALE ideale per: 
  • chi è genitore di bambini che vanno a scuola
  • chi è parente di genitori di bambini che vanno a scuola
  • chi è amico di genitori di bambini che vanno a scuola
  • chi non c’entra nulla con tutto questo, ma non ama sentirsi escluso.
In breve: Il Regalo di NATALE ideale per Tutti!

Agghindato per le feste (ma non preoccupatevi, solo per questa presentazione, quando lo ordinerete su AMAZON vi arriverà la versione cartacea “normale”, lievemente più sobria), BACK TO SCHOOL è pronto a risollevare gli animi dei Genitori-di-Allievi, categoria a se stante cui, prima o poi, tutti i papà e le mamme devono appartenere.

Quale migliore modo di distendersi dalle tensioni accumulate (nell’ultimo slalom per non arrivare al mattino in ritardo a scuola, per non arrivare al pomeriggio in ritardo a prenderli, per non portarli in ritardo alle varie attività o feste di compleanno, per esempio) della lettura di un libro ironico, divertente, che ci aiuti a ridere un po’ sopra delle nostre peripezie quotidiane?

"Back to school" racconta in modo scoppiettante le disavventure che attanagliano le esistenze dei “poveri Genitori-di-Allievi”, sballottati tra compiti sempre più complicati a capirsi, “lavoretti creativi” sempre più difficili da realizzare, chat WhatsApp sempre più onnipresenti, impegni extrascolastici sempre più numerosi (e costosi), e un’infinità di piccole grandi altre incombenze che rendono la vita di chi ha figli in età scolare un vero e proprio percorso ad ostacoli.

Per conoscerne (e quindi evitarne) in anteprima qualcuno, o per semplicemente gioire all’insegna del “mal comune mezzo gaudio”, BACK TO SCHOOL è il libro da comprare, regalare e leggere questo NATALE. L’autrice, GINEVRA VAN DEFLOR, dopo aver coraggiosamente svelato scomode verità dell’Universo Scuola, è stata costretta per garantire la sua incolumità ad entrare nel Programma Protezione Testimoni e a cambiare la sua identità. Al momento si trova in località segreta, circondata da elfi, a cercare di mettere in pratica le abilità acquisite dopo aver impacchettato gli innumerevoli regalini che ha dovuto fare negli ultimi anni per maestre, compagni di scuola di un figlio, compagni di scuola dell’altro, mercatini di Natale dell’istituto, e chi più ne ha, più ne mette. Con tutto che è solo al quarto anno di scuola Primaria! Potete contattarla (e cercare di liberarla) tramite: mail e FB.











domenica 10 dicembre 2017

Release blitz "Io sono l'usignolo" di Emanuela Navone


Esce oggi "Io sono l'usignolo", thriller scritto dall'autrice Emanuela Navone. Per saperne di più visitate la pagina FB dedicata al libro cliccando QUI 😉

 

Titolo: "Io sono l'usignolo"
Autrice: Emanuela Navone
Editore: Autopubblicato
Genere: Thriller
Pagine: 330
Prezzo cartaceo: ND - ebook: 2,99
TRAMA
Chi è Florian Chevalier e perché ha bruciato la casa del sindaco di Val Salice? Questo si domanda il giornalista Rubino Traverso, intenzionato a scoprirne di più e sorpreso che nessuno voglia raccontare nulla.
Quando, proseguendo le ricerche, inizia a ricevere disegni bizzarri e strani messaggi intimidatori, capisce che la verità non deve venire a galla. Che cosa nascondono gli abitanti di Val Salice?
In un agosto spazzato dal vento, Rubino scoprirà a poco a poco che perfino un piccolo paese sperduto fra i monti liguri ha i suoi scheletri nell’armadio. E dovrà scoprire quali.

Ecco un estratto tratto dal libro.

PRIMO CAPITOLO

Lunedì 21 agosto 2000

Il trasloco a Val Salice iniziò sotto i peggiori auspici.
Primo punto: appena partiti dovemmo tornare indietro perché Rossana aveva dimenticato il valigiotto con creme, detergenti e qualsiasi orpello con cui donne come mia moglie si divertivano in bagno.
Secondo punto: partiti per la seconda volta, dovemmo di nuovo tornare indietro perché Stella non trovava Lalla e se non aveva la sua bambola di pezza rischiava di patire l’autostrada.
Terzo punto: Oscar, il gattone rosso e pigro, decise che non amava più la gabbietta e dovemmo farlo uscire, con la conseguenza che passò il viaggio disteso sulle cosce di Rossana, emettendo di tanto in tanto un miagolio di vero dolore.
Morale: arrivammo a Val Salice due ore dopo il previsto, sotto un temporale di quelli che ti annegano appena metti un’unghia fuori, Rossana e Stella nervose e io più sudato di quando, al mare, mi ostinavo a non prendere sdraio e ombrellone perché non mi andava di sborsare ventimila lire.
Ciliegina sulla torta, appena scendemmo dalla BMW, infagottati sotto giacchette leggere prese alla spicciolata in una valigia, Stella iniziò a starnutire.
Di per sé, qualche starnuto non è grave, ma essere sposati con Rossana De Simone equivaleva a una delle Grandi Tragedie.
Le hai portate le medicine? No che non le hai portate, vero? E adesso come facciamo diavolo adesso le verrà la febbre e non hai portato le medicine e se si sente male bisogna chiamare l’ambulanza andare al pronto soccorso che poi l’ultima volta siamo stati lì ore.
Neanche il tempo di scaricare i bagagli che dovetti fiondarmi in auto e cercare una farmacia in quel paesino sperduto tra i monti liguri.
Così iniziò la mia nuova vita lontano dalla città. E mentirei se dicessi che ero elettrizzato.


Il campanello suonò mentre la porta si apriva. Mi sfregai le mani l’una contro l’altra, intirizzito nel giubbotto leggero. Le scarpe di tela filtravano l’aria come ciabatte da mare. Feci due passi. File di scaffali di legno ospitavano un melting-pot di medicinali, mentre dietro il bancone, una vecchia credenza conteneva piccole brocche forse dipinte a mano. In un angolo, una vecchia bilancia si incastrava tra due depliant che promettevano la migliore soluzione alla tosse secca e spiegavano perché fosse nocivo fumare in gravidanza.
La farmacia di Ca’ Tonda, paesino minuscolo vicino a Val Salice, era un pot-pourri di scatoline colorate. Se avessi avuto dietro la mia reflex, mi sarebbe piaciuto catturare qualche sfumatura, un verde smeraldo, un rosso mattone o un bianco panna.
La donna dietro il bancone batteva sui tasti del registratore di cassa e parlottava tra sé. Al suono del campanello, alzò lo sguardo. «Buonasera» cinguettò.
«Buonasera.» Mi avvicinai con le mani in tasca.
«Freddino, vero?»
«Già.»
La donna diede una rapida occhiata al registratore di cassa. Il pollice e l’indice grattavano pigramente il mento. «Oggi il buon Charlie non ne vuole sapere di funzionare.»
Dovevo avere un’espressione stupita perché la donna scoppiò a ridere.
«Charlie è il nome che ho dato al registratore» spiegò.
«Ah.»
«Che cosa desidera?»
«Del paracetamolo. Mia figlia ha un forte raffreddore e mia moglie teme le venga la febbre.»
La farmacista annuì e uscì dal bancone. Una piccola botte in camice bianco. «In questo periodo è facile ammalarsi» disse mentre rovistava in uno scaffale. «Turisti?»
«Ci siamo trasferiti oggi a Val Salice.» Assunsi una delle mie migliori espressioni scocciate per troncare il dialogo. Non avevo di certo tempo da perdere in inutili chiacchiere.
La farmacista terminò la ricerca su uno scaffale e passò all’altro. «Un posticino accogliente, vero?»
Tentativo fallito.
«Sa che è stato quasi raso al suolo da un incendio?»
In meno di un secondo, la mia espressione scocciata diventò incuriosita. «Non lo sapevo.» Fissai la donna con vivo interesse.
La farmacista pescò una confezione di paracetamolo nascosta tra un flacone di sciroppo per la tosse e un detergente intimo. Caracollò verso il bancone e vi posò la medicina. «Successe vent’anni fa.» Scosse la testa. «Una vera tragedia.»
Posai una banconota da ventimila lire accanto al registratore di cassa. Lo sguardo della farmacista sembrava afflitto, ma dietro si scorgeva qualcosa, una specie di forte desiderio, un’aspettativa.
dai chiedimi cosa successe ti prego
Stetti al gioco.
«Che cosa successe?»
La donna parve gonfiarsi come un palloncino. Si allungò verso di me e mise una mano sulla bocca. «L’incendio distrusse la casa del sindaco e si propagò per metà del paese. Montignani, sua moglie e suo figlio non ce la fecero.» Tamburellò le dita sul bancone. «Aveva appena vent’anni, quel povero ragazzo. Morire così... Che destino ingiusto.»
Presi il flacone di paracetamolo. «È stato un incidente?»
I grandi occhi da lontra della farmacista mi guardavano fissi. «Certo che no. Florian Chevalier. L’usignolo.» Si diede un colpetto sulla tempia. «Un pazzo.» Armeggiò ancora qualche istante con il registratore. «Non è serata, vero, Charlie?»
«Usignolo?» Mi stava prendendo in giro?
«Così si faceva chiamare. Non so il motivo.» Risatina civettuola.
«Perché lo ha fatto?» Misi la medicina nella tasca dei jeans.
La donna fece spallucce. «Lo chieda agli abitanti di Val Salice.» Riprese ad armeggiare con il registratore di cassa. «Le scoccia se non batto lo scontrino?»
Feci un saluto smozzicato. Non mi scocciava. Uscii.
Oh, se lo avrei chiesto. Lo avrei chiesto di certo.
Quella palla con il camice addosso non sapeva che le tragedie erano il mio pane quotidiano.
Rubino Traverso, giornalista e fotoreporter: questa è roba per te.


L'AUTRICE
Emanuela è nata a Genova e vive in un paesino sperduto sui monti proprio sul confine con il Piemonte.
Scrive da quando era una bambina, e da allora ne è passata di acqua sotto i ponti. È cresciuta a pane e Stephen King, e gran parte della sua esistenza l’ha trascorsa leggendo i suoi horror e i fantasy della Bradley, Tolkien, Goodkind e autori meno famosi.
Nel 2014 ha finalmente ottenuto la laurea dopo anni di lacrime e sangue e si è trovata nel mondo reale e ha scoperto che era pieno di denti aguzzi. È diventata assistente editor per Edicolors, una casa editrice specializzata in narrativa per l’infanzia; poi, cedendo allo smisurato ego che la divora, ha deciso di diventare freelance.
Vive in una grande casa circondata da gatti — prima o poi diventerà come la gattara dei Simpson. Oltre alla scrittura, adora la musica metal e la fotografia. La trovate spesso in giro per i boschi con la sua fedele reflex e la testa sulle nuvole.
Ha pubblicato, sempre come self, il breve Prontuario di editing e il racconto Reach, contenuto anche nella raccolta a scopo benefico Only Hope.
Blog (al momento chiuso, ma potete trovare le vecchie recensioni): https://www.anticocalamaio.blogspot.it
Pagina Facebook - Profilo Facebook - Profilo Twitter - Profilo Instagram - Profilo Google+ - Profilo Linkedin - Profilo Deviantart.